Quantcast
Cronaca

Stabilimenti balneari a Rapallo, il Comitato Spiagge Libere: “Conferenza dei servizi pubblica e trasparente”

muro cabine rapallo

Rapallo. Una delle prossime conferenze dei servizi sarà convocata in sede “deliberante” e dovrà decidere in maniera definitiva sull’ assetto e sulla riqualificazione degli stabilimenti balneari di Rapallo.

“Riteniamo dovrà essere data la maggior trasparenza e informazione possibile su un argomento che riguarda tutta la città, essendo prese decisioni su un bene pubblico come il mare e il litoraneo comunale – spiega il Comitato Spiagge Libere – Per questo abbiamo inviato ieri 3 novembre a Comune di Rapallo, Regione Liguria e Soprintendenza dei Beni Culturali le seguenti richieste: che la conferenza dei servizi convocata in sede “deliberante” venga svolta a Rapallo e non a Genova come le precedenti riunioni; che sia aperta al pubblico e quindi svolta in locali idonei all’accoglimento di chi vorrà assistere; che sia convocata in giorni e orari che consentano la partecipazione più diffusa possibile della cittadinanza (esempio dopo le ore 17 in giorni feriale o ancora meglio di sabato); la possibilità di riprendere la seduta tramite videocamera da parte del nostro Comitato; la possibilità che la seduta venga ripresa in streaming sul sito del Comune di Rapallo”.

Per quanto riguarda i progetti di riqualificazione degli stabilimenti balneari di Rapallo discussi e analizzati nella conferenza dei servizi del 7 ottobre “pensiamo che qualche passo in avanti sia stato fatto ma sono ancora diverse le situazioni da risolvere per arrivare ad una soluzione ottimale. In particolare permangono ancora perplessità sull’entità delle aperture di visuale verso il mare su quattro stabilimenti balneari siti sulla Via Avenaggi, Rotonda Marconi e S.Michele Pagana ,mentre giudichiamo positivamente lo spostamento di diverse cabine , sempre sulla Via Avenaggi all’altezza del Caffe’ Zi-Pier, che porterebbe un’ apertura di visuale sul mare di circa 20 metri. Il nostro Comitato continuerà in ogni caso a vigilare e a informare i cittadini sul buon esito della nostra battaglia”, conclude il Comitato.