Quantcast
Cronaca

Sampierdarena, uomo sposato perseguita l’ex amante prostituta: 57enne in manette

sampierdarena villa scassi ospedale pronto soccorso

Sampierdarena. Ieri pomeriggio si è presentata con un uomo presso il pronto soccorso dell’ospedale Villa Scassi in preda ad una crisi di panico. Mentre attendeva di essere visitata ha cominciato a gridare nei confronti del suo accompagnatore, intimandogli di andarsene e di lasciarla in pace, attirando così l’attenzione del personale medico che a sua volta ha richiesto l’intervento della Polizia.

Una volta sola con i dottori la donna, una prostituta rumena di 29 anni, ha raccontato che all’inizio dell’ottobre scorso aveva sporto denuncia contro l’uomo che l’aveva portata all’ospedale poiché, dopo la rottura del loro rapporto sentimentale, non aveva mai smesso di perseguitarla. La donna ha riferito inoltre ai medici che l’uomo, nonostante fosse stato informato della denuncia sporta a suo carico, aveva continuato a seguirla anche quando si appartava con i clienti, costringendola ad avere rapporti sessuali con lui e a consegnargli somme di denaro.

Ieri nel primo pomeriggio, dopo insistenti richieste, la romena aveva acconsentito ad incontrarlo presso un bar di Sampierdarena molto frequentato per ribadirgli definitivamente la sua volontà di non frequentarlo mai più, informandolo che aveva intenzione di trasferirsi in un’altra città e di cambiare vita. Durante la discussione la donna ha avuto un malore e l’uomo, opponendosi alla sua richiesta di chiamare un’ambulanza, ha deciso di accompagnarla lui stesso all’ospedale.

Gli agenti intervenuti, dopo aver appreso la triste vicenda, hanno rassicurato la giovane donna e tratto in arresto il suo persecutore, un genovese di 57 anni, che in attesa della convalida è stato accompagnato presso la sua abitazione dove ad attenderlo c’era la moglie.