Quantcast

Regione, Melgrati (FI): “Vergognoso approccio del Pd alla legge elettorale”

melgrati

Liguria. “L’altro giorno in commissione, in relazione alla legge Elettorale, è stato votato a maggioranza (con il voto contrario delle minoranze mentre gli esponenti di Ncd in maniere pilatesca si sono astenuti ) l’aumento da 6 a 7 del numero degli assessori, che potranno essere tutti esterni. Una Vergogna!!!” Così commenta il capogruppo di Forza Italia Marco Melgrati che continua: “ di fatto, se verrà approvato l’emendamento proposto dal consigliere Ferrando alla legge Elettorale in vigore, verrà cancellato il listino”.

Il Gruppo di Forza Italia, e non è il solo all’interno della minoranza, è assolutamente favorevole all’eliminazione del listino, fa sapere Melgrati che aggiunge: “vogliamo vedere chi voterà in Consiglio per questo emendamento Ferrando. Il cavallo di Troia per far saltare questo accordo bipartisan è l’ulteriore emendamento presentato dal capogruppo del PD Nino Miceli sul voto di genere, che noi critichiamo per i motivi già ampiamente esposti e discussi. Il gruppo di Forza Italia è disposto a votare l’eliminazione dell’odiato listino, ma a condizione che sia l’unica modifica alla vecchia legge elettorale”.

Il capogruppo di Forza Italia spiega: “se questa del PD è la scusa per far saltare il banco, lo metteremo ben in evidenza. La nostra preoccupazione è che il PD, con la scusa del voto di genere, voglia far saltare la modifica alla legge elettorale e di fatto si prepari ad avere 13 posti disponibili (7 assessori tutti esterni e 6 nel listino) per favorire amici degli amici che diversamente non prenderebbero un voto, e coinvolgere partiti minori nella grande coalizione a favore del PD alle elezioni Regionali”.

“Questo – attacca Melgrati – sarebbe una vergogna. Se invece il PD opta per la cancellazione del listino (emendamento Ferrando) e basta, ci troverà al Suo fianco. Altrimenti si assuma le Sue responsabilità e dica a gran voce che non vuole eliminare il listino perché è funzionale a fare accordi con i partiti minori, che altrimenti si vedrebbero “mangiati” dal voto a favore dei candidati del PD.

“Credo che l’eliminazione dell’odiato Listino, che porta in Consiglio Regionale persone che non prendono i voti, scelti dai partiti e non dagli elettori – conclude il capogruppo di Forza Italia Marco Melgrati – debba essere la prima ed unica preoccupazione di tutti i Partiti e di tutti i consiglieri Regionali, per il rispetto verso gli elettori. E’ facile dire a parole che il listino non si vuole, e poi invece lavorare per mantenerlo di fatto, con l’aggiunta in più di sette assessori esterni. Appunto vergogna!”.