Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto, A1 femminile: Bogliasco timoroso, il Messina passa alla “Vassallo” risultati

Bogliasco. Reduci da un’allerta idrologica grave, livello 2, poi declassata ad 1, alla “Vassallo” si gioca. L’ultima del girone di andata, diretta televisiva e spettacolo centrato: la sfilata delle squadre con le giocatrici accompagnate dalle bambine ed i bambini della Rari Nantes Bogliasco, sincro e aquagol, la partita, il grande sincro con il doppio Olimpia Benvenuto e Giulia Canepa e la consegna del Trofeo del Giocatore.

Messina seconda in classifica, priva di Marchetti e Laganà. Rientrano dal primo appuntamento di World League con il Setterosa Frassinetti da una parte, Aiello, Garibotti, Radicchi, dall’altra: erano compagne, stasera sono avversarie.

Partite. Palla al Bogliasco. I primi tre minuti sono di nuoto e di schemi almeno per la Rarirosa: Viacava al centro, Frassinetti che entra, è la palla a non entrare. Una superiorità numerica a testa: quella delle siciliane la neutralizza Rambaldi che intercetta; su quella delle padrone di casa, prima il time-out di mister Sinatra, poi la parata di Sparano. Colomba di Rogondino, a fil di palo. Ancora 0 a 0. Tira Dufour, para Sparano. Si gira Aiello, para Falconi. Millo, ancora Sparano. Mancano 27 secondi al termine della prima frazione di gioco, superiorità per il Bogliasco, tiro da fuori, para Sparano.

Finisce così il tempo e nell’intervallo è il momento del Trofeo del Giocatore chela Rari Nantes Bogliasco ha vinto per la quarta volta consecutiva. Sono Lorenzo Ravina e Gianfranco De Ferrari, rispettivamente vicepresidente della Fin e delegato alle Nazionali giovanili, a consegnare il Trofeo al presidente Claudio Gavazzi.

Secondo tempo. Bogliasco all’attacco, para Sparano. Passano in vantaggio le messinesi con Aiello, poi raddoppiano con Garibotti in superiorità. Seconda espulsione a carico di Frassinetti, trasforma Sevenich. Bogliasco che si sblocca con il gol firmato da Millo. Colomba di Maggi, Sparano arriva dove è difficilissimo arrivare. Bosurgi lasciata sola sulla fascia destra segna il gol dell’1 a 4. L’intervallo è dedicato al nuoto sincronizzato con il doppio Benvenuto-Canepa.

Cambio campo. Palla al Bogliasco. Cocchiere da fuori, gran botta ed è 2-4. Uno contro zero, Trucco-Sparano, corner. Prova da fuori Maggi, tiro impreciso. Entra invece quello di Radicchi che sigla il 2-5. Superiorità, segna Garibotti. Sfortunato il Bogliasco, una bella azione con Rambaldi pressata da due che riesce comunque a tirare, traversa. Ancora Sparano su Boero.

Ultimo tempo. Palla al Bogliasco. Rossi tira, Sparano respinge. Gol di Rambaldi per il 3-6. Superiorità per il Messina, segna Aiello. Di nuovo il centrovasca della Nazionale, ex Orizzonte, in rovesciata fa 3-8. Alzo e tiro di Sevenich e Messina è sul +6. A 26 secondi dal termine il gol di Rossi, sbracciata e palla in rete per il definitivo 4-9.

Mario Sinatra, allenatore della Rari Nantes Bogliasco, dice: “Solito approccio rinunciatario da parte di qualche giocatrice. Dobbiamo crescere, alcune hanno un atteggiamento da dopolavoro, non va bene. La presenza all’allenamento non è un passaggio che fa si che siano obbligate a giocare, devono crescere di testa. Alcune si nascondono, altre commettono errori grossolani. Abbiamo visto anche qualcosa di positivo, non dobbiamo dimenticare che la squadra è giovane, quattro giovanissime che sono sempre presenti in qualsiasi momento della partita e non a risultato acquisito. E’ anche possibile che ci siano partite per le quali siamo predisposti a perdere, il problema è che non mi diverto e non so se le ragazze stesse si divertono. Se non succede non si può giocare a pallanuoto. Il Messina è una squadra esperta, lo sapevamo, hanno impostato la partita sul ritmo. I primi due tempi abbiamo fatto cose fatte bene ma bisogna essere più incisivi là davanti. Non si può aver paura. Sono loro in acqua, sono loro le protagoniste e come tali devono giocare”.

Maurizio Mirarchi, allenatore della Despar Messina, afferma: “Abbiamo giocato bene, un inizio al rallentatore poi ci siamo scaldati. Mi sono piaciute in difesa, atteggiamento aggressivo. Il Bogliasco è una buona squadra con elementi ottimi come Rambaldi e Frassinetti che abbiamo controllato, facendo scelte specifiche, qui è sempre difficile giocare e vincere”.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Despar Messina 4-9
(Parziali: 0-0, 1-4, 1-2, 2-3)
Rari Nantes Bogliasco: Falconi, Viacava, Rossi 1, Dufour, Trucco, G. Millo 1, Maggi, Rogondino, Boero, Rambaldi 1, Cocchiere 1, Frassinetti, Casareto. All. Sinatra.
Despar Messina: Sparano, Apilongo, Gitto, Starace, Morvillo, Radicchi 1, Garibotti 2, Sevenich 2, R. Aiello 3, Avola, Bosurgi 1. All. Mirarchi.
Arbitri: Colombo e Sgarra. Delegato Fin: Costa.
Note. Superiorità numeriche: Bogliasco 0 su 3, Messina 4 su 7. Nessuna giocatrice uscita per limite di falli.