Cronaca

Moria di anatre e uccelli alla foce dell’Entella: arriva la denuncia per uccisione di animale

Chiavari. Sono almeno 250 i volatili morti alla foce dell’Entella ed è per questo che Ayusya ha deciso di sporgere una denuncia-querela per uccisione di animali. La vicenda è iniziata intorno alla seconda metà di luglio è incominciata una decimazione dei volatili dell’Oasi del fiume Entella protrattasi sino ai primi di settembre. Sin dall’inizio Ayusya ha informato i referenti che riteneva maggiormente e più direttamente interessati. Via via che la situazione perdurava senza soluzione, l’Associazione ha presentato un esposto al Comando stazione Carabinieri di Lavagna, ha inviato una comunicazione alla Prefettura, ha sistematicamente ritirato (attraverso i volontari e quando possibile) gli animali in stato di sofferenza o già deceduti (questi ultimi, fatto salvo per i primi esemplari consegnati alla ASL4, ritirati dai servizi comunali di Lavagna).

“Quando possibile gli animali deceduti da poco sono stati inviati all’IZS via ASL4 affinché fossero effettuate verifiche, soprattutto tossicologiche in relazione a metaboliti tossici. Nessuno in questo caso ha mAI pensato a prodotti legati all’agricoltura, esteri fosforici, “lumachina”, anticoagulanti, ecc.: erano “sospettati” metalli pesanti o sostanze solventi. La ASL4 ha voluto per dovere d’ufficio procedere anche a verifiche patologiche quali west-nile, influenza aviaria. L’IZS dal canto suo ha ritenuto di effettuare anche altre ricerche, includendo anche le sostanza tipiche da avvelenamento. A tutt’oggi non abbiamo ottenuto alcun referto relativo né alla presenza di metalli pesanti né di solventi”, spiega l’associazione.

La ASL4 ha in prima istanza sposato la tesi del botulismo aviare che, in considerazione dei molteplici referti che esprimono tutti risultati negativi, tra cui uno dell’IstitutoSperiore della Sanità (Prot. ISS 30164/SVSA-AL.04 Prot,. 03/10/2014-0032274) che alla voce “parametri” sia per “tossine botuliniche”, sia per “clostridi produttori di tossine botuliniche” ha dato un inequivocabile “NEGATIVO”, Ayusya ritiene quindi di poter cassare tale tesi.

Allo stato attuale Ayusya può affermare che almeno 250 volatili sono morti per motivi ignoti. “Per questo si è provveduto a formalizzare una denuncia querela per uccisione di animale ed altri reati inerenti i fatti – precisa l’associazione – Duole notare che, come previsto, solo dopo la piena dell’Entella un Comune abbia domandato all’Arpal verifiche. Duole ancor più che il sollecito ascoltato inviato alle Istituzioni sia proprio giunto da alcuni rigorosamente dopo la piena, che, per motivi ovvi, ha probabilmente “ripulito” le cause”.