Quantcast
Cronaca

Sotto la minaccia della pistola estorce soldi a consulente finanziario: arrestato 46enne

pistola

Genova. Pistola alla mano si è fatto consegnare, in momenti diversi, un totale di 6.000 euro e un anello in oro con pietra preziosa incastonata minacciando per mesi un consulente finanziario, mentre dal titolare di un bar di Novi Ligure, legato al professionista, altri 1.000 euro. Così, è finito in manette, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Genova, F.V, palermitano 46enne, con precedenti per reati contro il patrimonio e la persona.

In particolare, nel primo episodio, avvenuto lo scorso febbraio, il 46enne era andato nello studio del consulente finanziario per pretendere 10.000 euro come risarcimento del danno per una consulenza richiesta e non realizzata. Ne era nata una discussione, e poi, sotto la minaccia di una pistola Browning cal. 6.35, si era fatto consegnare 2.000 euro in contanti.

Nei successivi mesi, sempre sotto minaccia dell’arma, è riuscito a farsi consegnare dal consulente finanziario altri 4.000 euro, un anello in oro (minacciandolo di tagliargli il dito con un cutter in caso di rifiuto) nonché un assegno di 10.000 euro dal titolare di un bar di Novi Ligure a garanzia di un pregresso debito contratto con lo stesso libero professionista.

Nello scorso maggio, si è poi recato a Novi Ligure dove, con atteggiamento intimidatorio, si è fatto consegnare dal titolare del bar quattro assegni per 1.000 euro, come prima tranche di pagamento del debito di 10.000 euro precedentemente contratto con il consulente finanziario.

Ieri gli investigatori della Squadra Mobile lo hanno arrestato. La misura cautelare è stata notificata all’interno del carcere di Marassi dove, già dallo scorso 21 maggio, si trovava il 46enne per la detenzione dell’arma.