Quantcast
Cronaca

L’eroina fa di nuovo paura: a Chiavari e Rapallo siringhe vicino alle scuole

siringa eroina

Tigullio. I frequenti arresti per traffico e spaccio di eroina, anche a Genova e nel Tigullio, fanno capire quanto questa droga sia tornata in auge, dopo anni in cui sembrava quasi del tutto “dimenticata”. Un ritorno che fa paura, soprattutto se a trovare le siringhe sono i genitori che ogni giorno accompagnano i propri figli a scuola o all’asilo.

“Inconcepibile che non si presti più attenzione e che non si provveda ogni giorno a pulire le zone frequentate dai bambini”, commenta un gruppo di genitori. Proprio ieri è stata trovata una siringa davanti alla scuola Mazzini di Chiavari. “È vergognoso che non si veda mai un vigile o una pattuglia nei pressi della scuola”, proseguono.

La stessa cosa è capitata di recente anche nei pressi dell’asilo e dell’istituto scolastico in via Bobbio e via Tre Scalini a Rapallo. “Hanno vietato di fumare e bere alcolici nei parchi, ma lo slalom tra le siringhe lo facciamo noi e i nostri bambini – spiegano i genitori – è una vergogna”. Il riferimento è all’ordinanza anti alcol e fumo nei parchi. “Se si fanno ordinanze ‘per tutelare la salute dei bambini di Rapallo’, come quella appunto di vietare le sigarette nei parchi, allora che si provveda come minimo a tenere in ordine la zona da loro più frequentata”.

I genitori chiedono quindi maggiore attenzione e pulizia dei luoghi che ogni giorno vengono frequentati dai loro figli e sperano che questi appelli siano accolti al più presto.