Quantcast
Cronaca

Genova, al via nuovo Piano Sgomberi: nessun preavviso agli occupanti abusivi delle case popolari

casa

Genova. Gli occupanti abusivi di case popolari non avranno più la notifica di sgombero. Da novembre le autorità pubbliche procederanno senza ulteriore preavviso.

E’ quanto è emerso dalla commissione welfare a Tursi. Il turn over nelle case popolari a Genova è di circa 300 alloggi all’anno, “ma 8 su 10 non sono in condizioni di essere riassegnati perché sono da sgomberare o da ristrutturare”, ha riferito oggi il responsabile della Struttura Gestione di Arte Genova, Paolo Gallo.

Per affrontare il problema “il nuovo ‘Piano Sgomberi’ del Comune di Genova a partire da novembre non darà più alcuna comunicazione agli occupanti abusivi in merito alla data e all’ora dello sgombero, che potrà avvenire in qualsiasi momento”, ha annunciato la responsabile dell’Ufficio Casa del Comune di Genova Rosa Calamita.

La commissione consiliare si è riunita su richiesta del Coordinamento comitati quartieri collinari per le occupazioni abusive delle case ERP, alla presenza degli uffici e dei sindacati.

“Le condizioni di vivibilità dei nostri quartieri continuano a peggiorare – ha denunciato il presidente del Coordinamento, Peppino Miletta – Ci sono delinquenti che sfondano porte e muri, occupano gli alloggi pubblici e ne fanno un racket mandandoci a dormire ogni sera 15-20-30 persone, un racket che si sta diffondendo. C’è una bomba sociale, c’è un disagio, la situazione sta peggiorando”.

“Risolvere il problema è molto difficile, ma ci stiamo provando – ha detto l’assessore Emanuela Fracassi – abbiamo istituito un gruppo di
lavoro permanente insieme ai comitati di quartiere e creato un gruppo di lavoro per promuovere la qualità della vita”.