Quantcast
Cronaca

Terzo Valico, entro fine anno 46 edili genovesi assunti da Cociv. I sindacati: “Monitoreremo rispetto impegni”

edili protesta

Genova. Genova Dopo oltre due ore di discussione nella sede della Regione Liguria si apre qualche spiraglio positivo per i lavoratori edili genovesi: entro il 31 dicembre di quest’anno 46 di loro saranno impiegati a tempo indeterminato dal Cociv, consorzio che si occupa della realizzazione dei lavori per il terzo valico ferroviario

“E’ stato confermato l’impegno da parte della Regione e siamo riusciti a far sottoscrivere questo impegno anche al Cociv” – spiega Fabio Marante della Cgil. I sindacati sono soddisfatti, ma dopo il primo ‘rinvio’ (inizialmente le assunzioni avrebbero dovuto partire il 31 ottobre) monitoreranno con attenzione: “Abbiamo anche ottenuto la costituzione di un tavolo di monitoraggio per verificare che il flusso di manodopera in futuro provenga dal bacino di disoccupati liguri”. Se la protesta degli edili, che va avanti ormai da settimane, potrebbe essere al momento sospesa grazie all’accordo raggiunto i sindacati chiariscono: “Per il futuro non escludiamo nulla, perché gli edili genovesi in questi anni hanno perso lavoro e casa.

Ora prima di tutto verificheremo che questi impegni vengano rispettati perché in una situazione di disoccupazione e grave crisi economica era inconcepibile che la manodopera locale fosse totalmente esclusa dall’unica grande opera finanziata sul territorio”.

Più informazioni