Quantcast
Cronaca

Fontanabuona, frana sulla sp 23 della Scoglina: intervengono anche i rocciatori

frana scoglina

Fontanabuona. Pietre, massi e piante sulla strada, ma anche in bilico sulla ripida e scoscesa parete che la delimita a monte. L’ennesima frana di questa tremenda stagione di alluvioni ha colpito la provinciale 23 della Scoglina a 15 chilometri da Monleone di Cicagna, in una zona vicina al passo che collega Fontanabuona e Val d’Aveto, e prima di poterla riaprire al transito interverrà anche una squadra di rocciatori specializzati per sganciare dal versante materiali e alberi pericolanti.

E’ questa la decisione, dopo il sopralluogo concluso poco fa, dei tecnici della Provincia. I rocciatori faranno le prime
valutazioni delle operazioni necessarie, già oggi da terra, ma inizieranno a lavorare in parete, se il tempo lo permetterà, da domani “perché la pioggia che continua a cadere e i rivoli d’acqua che scendono ancora dal versante – dicono i tecnici provinciali – non consentono in queste ore di intervenire in sicurezza sul costone roccioso”.

Su questo tratto della frana gli uomini della Provincia che lo presidiano, stanno aprendo “una pista, assolutamente temporanea e specifica – sottolineano i tecnici – esclusivamente per far passare alcuni mezzi dei Vigili del Fuoco diretti a Rezzoaglio per interventi urgenti”.