Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Concordia, ritrovato Russel Rebello. Il fratello: “Grazie a tutti. India stiamo arrivando” fotogallery

Più informazioni su

“Costa Concordia dopo 1025 giorni. La promessa alla mia famiglia: porterò a casa mio fratello un giorno”. Lo ha scritto Kevin Rebello su Facebook subito dopo il ritrovamento dei resti che probabilmente appartengono a Russel, il cameriere indiano, ultimo disperso nel tragico naufragio della Concordia.

Cronaca

“Il suo corpo è stato finalmente trovato sul ponte 8 in una cabina del relitto Concordia, che lo ha custodito per più di 1025 giorni – si legge ancora nel post – Non ho parole per esprimere. Solo il mio dolore, le mie lacrime, il mio cuore batteva più forte e il mio corpo tremare, quando ho dato la notizia ai miei genitori, un istante fa, che ora hanno un sospiro di sollievo, sono state ascoltate costante preghiera”.

E poi i ringraziamenti: “Grazie a tutti coloro che hanno pregato e creduto che un giorno sarebbe stato trovato – scrive Kevin commosso – L’Agenzia italiana per la protezione civile e Costa Crociere Care Division poco fa mi hanno confermato la constatazione da parte della agenzia di riciclaggio delle navi che lavora sulla nave. Molti amici e le persone in questa avventura alla ricerca di Russel. Sono felice che mio fratello è stato trovato. Le preghiere di tutti sono state soddisfatte. Ora aspettiamo il test del DNA e le procedure per dare a Russel la sua ultima dimora con onore, rispetto e un benvenuto da HEROE. India stiamo arrivando”.

Diversi i commenti di solidarietà e semplice vicinanza alla famiglia dell’ultimo disperso, che solo oggi, il relitto ormeggiato a Genova, dopo più di mille giorni, ha restituito ai suoi cari. “Ci hai sempre creduto e noi con te…. ora finalmente tornerà a casa. Un abbraccio a te ed ai tuoi familiari”, scrive Maria Cristina. Caterina: “Non ci sono parole….almeno adesso avrà una degna sepoltura e la vostra famiglia saprà dove deporre un fiore! Lui il vero capitano!!!! Un abbraccio a tutti voi”. E infine, Alessia: “Non ci conosciamo ma sn contenta che avrete almeno questo conforto”. I commenti proseguono, in inglese, italiano, spagnolo in un abbraccio collettivo per l’ultimo saluto a Russel, che si prodigò nel
salvataggio di numerosi passeggeri mentre la nave affondava.