Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campi, omicidio dopo discoteca: fermato presunto aggressore, ha confessato fotogallery

Più informazioni su

Genova. Agg. ore 18. Confermato il fermo di polizia giudiziaria per omicidio e tentato omicidio per il 20 enne fermato questa mattina dopo l’accoltellamento avvenuto fuori dalla discoteca Las Vegas a Genova Campi. Il giovane avrebbe confessato dicendo di aver estratto il coltello per difendere gli amici dalle vittime.

Omicidio Las Vegas

Il giovane, Stefen Roland G.A, è accusato dell’omicidio del coetaneo Pablo Francisco Trivino e del tentato omicidio di un ragazzo di 24 anni, che si trova ora ricoverato all’ospedale Villa Scassi in gravi condizioni. Sarebbe stato proprio quest’ultimo a indicare agli investigatori l’aggressore. Il fermato si trova tutt’ora in Questura a Genova.

Ecco le immagini del luogo dove è avvenuto l’omicidio

Ci sarebbe un fermato dopo l’omicidio avvenuto questa mattina all’alba fuori dalla discoteca Las Vegas di Genova Campi al termine di una rissa che avrebbe coinvolto decine di persone. Si tratta di un 20 enne indicato dal ragazzo rimasto gravemente ferito nella rissa come l’autore dell’accoltellamento che ha portato alla morte di un coetaneo, Pablo Francisco Trivino.

Il giovane sarebbe stato rintracciato nella zona dove è avvenuto l’omicidio ed è stato accompagnato in questura dove viene ora interrogato dagli agenti della sezione omicidi della squadra mobile.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori la rissa sarebbe scoppiata per futili motivi tra pandillas all’alba di oggi. Il gestore ha deciso di mandare fuori tutti, ma appena arrivati in fondo al piazzale di fronte all’Unieuro sarebbe spuntato il coltello che ha colpito a morte Pablo e ferito un amico. Nella rissa è rimasta coinvolta anche una ragazzina colpita da una bottigliata in faccia che le avrebbe fatto perdere tutti i denti e rotto una mascella.