Quantcast
Sport

Calcio, Serie D: Lavagnese, il primo posto è tutto tuorisultati

Lavagnese

Lavagna. Il sogno bianconero continua. Oggi più che mai, perché, per la prima volta, la Lavagnese è da sola al comando. Dopo averlo condiviso con Caronnese, Sestri Levante e Sporting Bellinzago, può finalmente goderselo tutto per sé.

Lo Sporting Bellinzago, che fino a ieri era appaiato alla Lavagnese, infatti, è stato travolto 5 a 1 dalla Caronnese, ora seconda forza del campionato ad una lunghezza dalla squadra del presidente Stefano Compagnoni.

Sei partite giocate al “Riboli”, sei vittorie. La Lavagnese è l’unica formazione del girone ad aver sempre vinto sul terreno di casa. Oggi ne ha fatto le spese l’Acqui, sconfitto 3 a 1. L’undici di mister Andrea Dagnino è passato in vantaggio dopo soli 4′ con Amirante. Al 22° Marianeschi ha raddoppiato. Al 42° del primo tempo Boggiano ha trasformato un calcio di rigore. Si è quindi arrivati al riposo sul 3 a 0, con qualche protesta dei bianconeri per una rete annullata ad Amirante.

L’unica nota stonata della giornata è arrivata nel terzo minuto di recupero del secondo tempo, quando Zunino ha segnato la rete della bandiera ospite. Si è così fermata l’imbattibilità di Parma, che nei quattro precedenti incontri non aveva subito reti.

La Lavagnese ha giocato con Parma, Brusacà, Garrasi, Avellino (s.t. 22° Venuti), Ferrando (s.t. 30° Croci), Damiani, Cocurullo, Marianeschi, Amirante, Boggiano, Currarino (s.t. 11° Di Leo); a disposizione Pellegrini, Velati, Della Cella, Rusca, Di Pietro, Musante.

L’Acqui allenato da Buglio si è schierato con Corradino, Buso (p.t. 28° Zunino), Giamberresi, Rondinelli, Emiliano, De Stefano, Cangemi (s.t. 30° Bencivenga), Muwana, Aquaro, Innocenti, Buonocunto (s.t. 1° Margaglio); in panchina Scaffia, Russo, Martinetti, Menescalco, Mecca, Roumadi.

Ha arbitrato Marotta (Sapri), coadiuvata da Vitali e Dusi (Brescia). Sono stati ammoniti Damiani e Cocurullo tra i locali, Rondinelli ed Emiliano tra gli ospiti. Al 28° del secondo tempo è stato espulso per somma di ammonizioni Muwana.

Primo pareggio stagionale per il Sestri Levante, ora a -3 dalla Lavagnese. I rossoblù hanno impattato 2 a 2 a Bra. Locali in vantaggio al 2° con Osella, su cross di Affinito. Al 25° Longobardi ristabilisce la parità con un colpo di testa su calcio d’angolo.

Nella ripresa, al 37°, Banegas, insaccando su cross di De Peralta, riporta avanti i giallorossi. Ci pensa Piacentini, al 39°, a fissare il risultato sul definitivo 2 a 2, appoggiando in rete un invitante assist di Pane, bravo a saltare Affinito e Strumbo al limite destro dell’area, per poi servire su un piatto d’argento il pallone al compagno.

Il Bra allenato da Gardano si è schierato con un 3-5-2 con Bonvissuto; Berteina (s.t. 21° Mazza), Silvestri, Strumbo; Mazzafera, Chiazzolino (s.t. 42° Silva Perdomo), Pirrotta, Osella (s.t. 17° De Peralta), Affinito; Banegas, Varvelli.

Il Sestri Levante condotto da Francesco Baldini ha giocato con un 4-3-3 con Stancampiano; Gallotti (s.t. 32° Besana), Lorenzini, Bettati, Testoni; Boisfer, Monacizzo, Pescatore; Cardini (s.t. 16° Piacentini), Firenze (s.t. 32° Pane), Longobardi.

Ha arbitrato Minafra (Roma 2), assistito da Manara (Cremona) e Pretalli (Crema). Sono stati ammoniti Affinito, Testoni, Mazzafera, Strumbo, Longobardi, Mazza.

Primo segno “X” anche per il RapalloBogliasco che torna a muovere la classifica portando via un punto dal campo di Novi Ligure. È finita 1-1, risultato frutto di un incontro equilibrato. La Novese è passata a condurre al 14° con un gol di D’Onofrio su assist di Leo. Al 40° ha pareggiato Miceli, ben servito da Costantino. Se si considera anche lo scorso campionato, erano 33 le partite consecutive senza pareggi per i bianconeri: una serie storica che ha dell’incredibile.

“Penso sia un risultato che rispecchia l’andamento della gara – dichiara Dossena -. Nel primo tempo ha giocato meglio la Novese, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio noi. Nel secondo tempo ho visto quello che voglio dalla mia squadra, anche se siamo stati poco incisivi davanti”.

La Novese allenata da Pierluigi Sterpi è scesa in campo con Masneri, Sola, Leo (s.t. 30° Barcella), Longhi, Vinci, Taverna, Cantatore, Trabace, D’Onofrio (s.t. 33° Zecchinato), Balestrero, Ponsat.

Il RapalloBogliasco di mister Alexandro Dossena ha presentato questo undici: Di Barbaro, Groppo, Cintoi, Owusu, Miceli, Ruopolo, Costantino (s.t. 45° Parini), Vagge (s.t. 1° Fiorentino), Taddeucci, Visconti (s.t. 33° Ferretti), Ravoncoli.