Quantcast
Sport

Calcio, Serie D: inciampa il Sestri Levante, la nuova coppia di testa è Lavagnese-Bellinzagorisultati

DSC 7974

Sestri Levante. La Lavagnese rimane al comando del girone A, ma al suo fianco non c’è più il Sestri Levante, bensè lo Sporting Bellinzago.

Questo il responso del decimo turno, nel quale si sono contati ben cinque pareggi su dieci partite giocate. Ed è finita con il segno “X”, nell’unico incontro a reti inviolate della giornata, tra Chieri e Lavagnese.

Parma, per la quarta partita consecutiva, non ha subito reti. La partita, povera di emozioni, ha visto l’undici di mister Andrea Dagnino difendersi con sicurezza nel primo tempo, nel quale hanno attaccato di più i locali, e creare tre chiare opportunità da rete in avvio di ripresa.

La Lavagnese ha giocato con un 4-3-3 con Parma; Avellino, Brusacà (s.t. 29° De Martini), Ferrando, Garrasi; Marianeschi, Cucurullo (p.t. 28° Della Cella), Damiani; Currarino, Amirante (s.t. 29° Di Leo), Croci; a disposizione Pellegrini, Velati, Venuti, Rusca, Musante, Boggiano.

Sul più bello, dopo quattro vittorie di fila, il Sestri Levante frana sul terreno amico, subendo la terza sconfitta stagionale. I rossoblù sono stati battuti a domicilio dall’OltrepoVoghera, a segno con Marijanovic al 10° di un primo tempo nel quale i lombardi hanno creato numerose occasioni da rete. La compagine allenata da Francesco Baldini, però, sul rettangolo di gioco non è parsa inferiore agli ospiti, ma le parate del portiere Capra hanno negato il pareggio ai padroni di casa. I corsari restano comunque a far parte del compatto e nutrito gruppo di squadre in lotta per il primo posto.

Il Sestri Levante si è schierato con un 4-3-3 con Stancampiano; Melli (s.t. 17° Besana), Bettati, Lorenzini, Testoni; Pescatore (s.t. 41° Righetti), Boisfer (s.t. 17° Pane), Monacizzo; Piacentini, Longobardi, Firenze; in panchina Moscato, Guazzoni, Gallotti, D’Angelo, Durante, Cardini.

Ancora una giornata storta per il RapalloBogliasco, che ha incassato l’ottava sconfitta, la terza di fila. Al “Macera” i bianconeri sono stati piegati per 2 a 0 dalla Caronnese. Al 25° del primo tempo Simeoni è stato espulso per fallo da ultimo uomo: nella circostanza l’arbitro ha assegnato un rigore agli ospiti che Di Barbaro ha parato. Ma nel secondo tempo i lombardi hanno colpito due volte, con Barzotti al 26° e con Niesi al 48°.

Alexandro Dossena ha mandato sul campo un 4-4-2 con Di Barbaro; Cintoi, Miceli, Ruopolo, Groppo; Vagge, Simeoni, Ravoncoli, Owusu (s.t. 34° Repetto); Ferretti (s.t. 8° Taddeucci), Visconti (s.t. 15° Costantino); a disposizione Roi, Fiorentino, Parini, De Persiis, Scaldaferro, Trani.