Quantcast
Sport

Calcio, Serie B: la voglia di riscatto del Perugia piega l’Entellarisultati

Entella vs Virtus Lanciano

Chiavari. Da una parte una squadra che nelle ultime 6 giornate aveva totalizzato la miseria di 3 punti. Dall’altra una formazione capace di conquistare 10 punti nelle ultime 5 partite. Ad avere la meglio la voglia di riscatto dei padroni di casa, che sono riusciti ad imporsi per 2 a 1. Agli ospiti non resta che la consapevolezza di aver giocato una buona partita e che la sconfitta non pregiudica quanto di buono è stato fatto nelle ultime settimane.

Il Perugia, quindi, ha avuto la meglio sulla Virtus Entella, infliggendo ai chiavaresi la sesta battuta d’arresto stagionale. I biancocelesti, in una classifica compattissima, si mantengono in 12ª posizione. Tutte nel primo tempo le tre reti, ma anche la ripresa ha offerto emozioni.

L’allenatore dei Grifoni, Andrea Campione, schiera in campo Koprivec, Lores, Verre, Falcinelli, Taddei, Rossi, Crescenzi, Del Prete, Fossati, Comotto, Parigini. A disposizione ci sono Esposito, Lo Porto, Nicco, Lignani, Fazzi, Baldan, Giacomazzi, Vinicius, Perea.

Luca Prina risponde con Pelizzoli, Iacoponi, Russo, Di Tacchio, Sansovini, Mazzarani, Lanimi, Botta, Belli, Lewandowski, Battocchio. In panchina siedono Paroni, Cecchini, Volpe, Staiti, Latour, Rinaudo, Malele, Camigliano.

Arbitra Chiffi della sezione di Padova, coadiuvato da Carbone (Napoli) e Villa (Rimini); quarto uomo Pelagatti (Rimini).

I biancorossi partono forte. Al 3°, su calcio d’angolo, Falcinelli colpisce di testa: palla sul fondo. Al 12° il vantaggio locale: tocco corto di Parigini per Falcinelli che fa partire un fendente da fuori area sul quale Pelizzoli non può nulla.

Ancora Perugia: al quarto d’ora cross dalla destra di Del Prete, in area piccola Parigini sfiora la deviazione vincente. L’Entella fatica ad uscire dalla propria metà campo. Quando, finalmente, riesce a distendersi all’attacco, trova immediatamente il pareggio. E’ il 25°: Verre perde palla sulla trequarti, Battocchio va in percussione, salta Comotto e appoggia a Sansovini che non può fallire.

Gli ospiti prendono morale. Al 28° Flores respinge con qualche affanno una conclusione di Battocchio; al 29° Di Tacchio prova dalla distanza ma manda a lato.

Però, al 34°, il Perugia torna a condurre. Taddei mette in area un gran pallone, Falcinelli fa velo per Parigini che, spalle alla porta, si gira e insacca con il destro.

Il Grifo legittima il vantaggio costruendo un’altra ghiotta opportunità: missile da fuori area di Crescenzi, Pelizzoli respinge ma non trattiene, a porta sguarnita Falcinelli svirgola. Al 42° viene ammonito Parigini. Nell’ultimo minuto della prima frazione contropiede veloce del Perugia, Del Prete conclude ma non trova la porta.

Ad inizio ripresa l’Entella schiera Rinaudo al posto di Lewandowski. Al 5°, tra i locali, esce l’infortunato Del Prete, sostituito da Fazzi.

Al 9° i biancocelesti vanno vicini al pareggio: rapida ripartenza, Mazzarani tocca a Iacoponi che crossa per Sansovini, il quale fa partire un sinistro che termina alto sopra la traversa.

All’11° cartellino giallo per Taddei, che ferma irregolarmente Mazzarani. Per l’Entella è un buon momento. Dopo alcuni tentativi infruttuosi, al 16° i chiavaresi sfiorano la rete: Di Tacchio serve Iacoponi che, in piena area, devia ma non trova lo specchio della porta.

Dopo un cartellino giallo all’indirizzo di Di Tacchio, Mazzarani con un insidioso diagonale chiama alla parata Koprivec.

Prina al 25° cambia un uomo d’attacco: dentro Malele al posto di Lanini. Il gioco riprende e viene ammonito Rinaudo per un fallo su Falcinelli. Nel Perugia, al 27°, ingresso di Perea al posto di Parigini. Quinto cartellino giallo dell’incontro: ne fa le spese Flores.

La partita è ancora vivace. Alla mezz’ora ci prova Perea: il suo tiro termina alto sopra la traversa. Sull’altro fronte angolo di Mazzarani e Iacoponi di testa manda alto.

Al 37° Prima richiama Belli e rende più offensiva la sua squadra inserendo Latour. Al 39° l’arbitro punisce con il giallo anche Verre.

Il Perugia si difende con ordine. Al 43° entra Nicco, esce Fossati. L’Entella si getta in avanti, ma è poco lucida. Nei quattro minuti di recupero l’azione più pericolosa è dei padroni di casa, con Falcinelli che non riesce a concretizzare un contropiede.