Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio, Serie B: l’Entella brilla nel recupero, le reti di Lanini e Iacoponi affondano la Ternana risultati

Chiavari. Torna alla vittoria l’Entella che, nel quinto atto del suo tour de force (sei incontri nel giro di quindici giorni), ha la meglio sulla Ternana con il risultato di 2 a 1.

I biancocelesti hanno espresso un gioco concreto e solido, resistendo alle velleità della squadra ospite, giunta a Chiavari decisa a ritrovare la vittoria, risultato che le manca dal 14 settembre.

Invece i 3 punti sono andati all’Entella, a bersaglio al 27° del primo tempo con Lanini e al 23° della ripresa con Iacoponi, reagendo bene al pareggio rossoverde, giunto al 4° del secondo tempo ad opera di Bojinov.

La squadra di casa scende in campo con Pelizzoli, Belli, Russo, Iacoponi, Lewandowski, Battocchio, Botta, Di Tacchio, Mazzarani, Sansovini, Lanini. In panchina siedono Paroni, Volpe, Moreo, Latour, Litteri, Rinaudo, Malele, Gerli, Camigliano.

La Ternana si schiera Brignoli, Fazio, Meccariello, Bastrini, Vitale, Viola, Gavazzi, Crecco, Falletti, Bojinov, Ceravolo. A disposizione del mister Tesser ci sono Sala, Janse, Valjent, Popescu, Russini, Diop, Masi, Russo, Palumbo.

Arbitra Gavillucci di Latina coadiuvato da De Troia di Termoli e Di Salvo di Barletta; quarto uomo Giua di Pisa. Le due squadre entrano in campo sotto la pioggia. Il sintetico del “Comunale”, tuttavia, è in buone condizioni.

Gli ospiti occupano il 17° posto in classifica, ma contano su una rosa giocatori che dovrebbe ben presto proiettarli almeno nella metà alta della graduatoria. I rossoverdi cercano subito di mettere in mostra il loro valore e partono all’attacco.

Gavazzi cerca di servire Crecco in area, ma il suo assist è lungo. Poco dopo Ceravolo fa partire un traversone dalla destra che Iacoponi devia in angolo.

Al 4° si rende pericolosa l’Entella: corner calciato da Mazzarani, in area colpo di testa di Lanini, pallone a lato. La Ternana risponde: Falletti entra in area, la difesa locale lo frena, la sfera giunge sui piedi di Fazio che dal limite calcia a botta sicura ma manda alle stelle.

I biancocelesti costruiscono una nuova opportunità da rete al 13°: Mazzarani va al tiro, in area Meccariello devia in corner con un po’ di apprensione. Rapido cambio di fronte e gli umbri hanno a disposizione una punizione: calcia Viola, colpo di testa di Crecco, parata di Pelizzoli.

La partita è vivace e vive numerosi capovolgimenti; le due squadre non si risparmiano. Al 16° Lanini salta un paio di avversari e conclude rasoterra: Brignoli blocca il pallone.

Quando il ritmo sembra calare e non si annotano ulteriori pericoli, arriva improvviso il vantaggio dell’Entella. Al minuto 26 Lewandowski crossa in area ma il pallone appare indirizzato troppo sotto porta, infatti va a sbattere sulla traversa; Brignoli non riesce ad intervenire e Lanini è il più lesto di tutti ed appoggia in rete.

I biancocelesti, con il morale alto, insistono. Al 29° Lanini sfugge alla retroguardia rossoverde, entra in area e fa partire un tiro che Brignoli respinge con grande prontezza di riflessi.

Ancora Entella: al 33° lo scatenato Lanini si muove bene sulla sinistra e cerca il diagonale vincente, mandando la sfera di poco alta sopra la traversa. La Ternana sembra aver accusato il colpo e non sa reagire. Il momento di sbandamento degli umbri è riassunto al meglio da un rinvio sbagliato di Brignoli, che regala una rimessa ai padroni di casa.

Mentre la pioggia pare aver terminato di cadere, la Ternana abbozza una reazione e al 37° si rende pericolosa: traversone di Fazio, in area Ceravolo cerca la deviazione vincente ma alza troppo il pallone.

La prima frazione di gioco si chiude con un tiro senza pretese di Crecco dalla distanza. A metà gara la Virtus Entella conduce 1 a 0.

Il secondo tempo parte senza sostituzioni. Al 4° arriva il pareggio ternano: Meccariello fa partire un missile dalla distanza, Bojinov devia di testa e spiazza Pelizzoli.

La Ternana pare rinvigorita e pressa in maniera decisa. All’8° Crecco, con un cross, crea scompiglio in area chiavarese, ma nessuno dei suoi compagni ci arriva.

Al 10° la prima sostituzione, tra i locali: entra Litteri al posto di Sansovini, oggi sottotono.

L’Entella torna a farsi viva al quarto d’ora: cross di Belli dalla destra, Mazzarani ci arriva ma non riesce a coordinarsi per concludere a rete. Dopo un intervento di Pelizzoli per anticipare Bojinov, al 16° Prina effettua il secondo cambio, mandando in campo Malele al posto di Lanini. Un minuto dopo, tra gli umbri, entra Valjent al posto di Falletti.

La Ternana crea un paio di pericoli con altrettanti cross dalle fasce. Al 18°, su un pallone messo in mezzo da Crecco, la difesa chiavarese anticipa Bojinov. Al 20°, su un traversone di Fazio, Ceravolo sfiora la deviazione da ottima posizione.

Ma è la Virtus Entella, al 23°, a riportarsi in vantaggio. Battocchio va al tiro, Brignoli para ma non trattiene, sulla sfera si avventa Iacoponi che insacca: 2 a 1.

Tesser reagisce immediatamente schierando Diop al posto di Crecco, passando così ad un attacco a tre. Prina risponde mandando in campo Volpe, per rinforzare il centrocampo, al posto di Mazzarani.

La reazione degli ospiti è in una punizione di Vitale allontanata dalla difesa biancoceleste e in un tiro dal limite di Gavazzi che Pelizzoli blocca in due tempi. I minuti scorrono, la Ternana vede concretizzarsi la sconfitta. Un tiro dalla distanza di Viola, al 37°, è fuori misura.

Al 40° il primo ammonito dell’incontro: Volpe, per un intervento falloso su Bastrini a centrocampo. Al 41° ultima sostituzione nella Ternana: entra Taurino, esce Viola.

Nel primo dei tre minuti di recupero, la squadra ospite va vicinissima al pareggio: assist di Gavazzi per Diop che in piena area batte a rete ma colpisce la traversa; la sfera resta in area, Ceravolo non riesce a deviarla in rete. È l’ultimo brivido. C’è ancora tempo per l’ammonizione di Meccariello, poi Gavillucci fischia la fine. L’Entella può festeggiare la quarta vittoria in 12 partite, grazie alla quale sale in 12ª posizione, in compagnia di Modena e Varese.