Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio femminile, Coppa Liguria: Valpolcevera ok anche nel retour match con lo Spezia

Genova. La Valpolcevera cambia pelle, rispetto al match esterno con le Aquilotte spezzine, mutuando inizialmente anche il sistema di gioco, ed alla fine sorride ugualmente, grazie ad una ripresa convincente e volitiva, dopo una prima frazione giocata un po’ sotto ritmo.

Oltre alla sfortunata Vale Morrone ed alle pluri-indisponibili Pugnaghi, Basso, Massa, Trichilo, Federico e Giacinto (quest’ultima potrebbe però essere pronta a partire dalla prossima settimana), vengono lasciate a casa Palombini, Favilli, Mancuso, Aloi e Tonelli. Considerando che in panca Napello e Bianchi non stavano benissimo, bisognava giocoforza correre ai ripari, pescando dai virgulti della Juniores (che il giorno prima aveva maramaldeggiato in casa del Lagaccio) di mister Luca De Guglielmi e della responsabile Carla Scabinì. Ecco quindi pronte a rispondere alla convocazione Gaia Rovatti, Martina Campora e Francesca Carbone.

La Valpo si schiera con un inedito 4-4-2, con Rossi in porta, Travaglini e Robbiano esterni, capitan Piquet in coppia centrale con Ronza Peluttiero, e centrocampo in linea con, da destra a sinistra, Canepa, Abondi, Camisassi e la rientrante Pinasco, davanti il duo Romeo-Baldisserri. Lo Spezia si dispone in maniera più coperta, rispetto alla gara di andata; le Aquilotte appaiono sin dai primi minuti più convinte e sicure dei propri mezzi, ben decise a migliorare la prestazione del turno precedente.

La Valpo prende subito il comando delle operazioni ed al 4° conquista un angolo: corner teso della specialista Camisassi, volée in condizioni precarie di Baldisserri e salvataggio sulla linea di un difensore spezzino. Al 6° Canepa se ne va sulla fascia e crossa in mezzo, Abondi prova una conclusione al volo in corsa, palla alta, ma che coraggio! Sembra fatta all’8°, ma la conclusione a botta sicura di Canepa vede immolarsi ancora un difensore spezzino e la porta ospite è nuovamente salva.

Al 14° è bravissima Maccione a bloccare con sicurezza una spingardata dal limite di un’intraprendente Giulia Abondi. Si fa vivo lo Spezia al quarto d’ora: punizione di Picco, Rossi esce e para con disinvoltura. Al 17° la Valpo passa: Pinasco si impossessa della sfera sulla sinistra, con un paio di finte si libera del marcatore, caracolla in area ed offre a Romeo, brava a girarsi e a fulminare in diagonale l´estremo avversario.

Al 19° funambolica azione di Ilenia Baldisserri che in un fazzoletto di campo dribbla in successione tre avversarie, ma poi conclude a lato davanti al portiere. Al 28° la Valpo si produce in una brillante azione corale, partita dai piedi di Piquet: toccano la palla in molte, alla fine bel cambio di campo di Camisassi, palla a Baldisserri che prova dal limite, sfera che va vicino al palo.

La squadra di casa insiste, ma il ritmo è un po’ blando e lo Spezia regge bene, con una retroguardia arcigna e concentrata e con centrocampiste-ovunque, abili a chiudere ogni spazio. Al 35° un altro buon intervento di Eleonora Maccione scongiura guai su un deciso tentativo dalla media distanza di Camisassi. Al 40° ghiotta occasione per Canepa, ben innescata da un bell’assist di Pinasco: Giada arriva davanti al portiere ma conclude centrale e debole, Maccione para a terra.

Considerazioni all’intervallo: la Valpo fa la partita, ma il suo gioco non è avvolgente, viene sfruttata poco la manovra in ampiezza, ed il ritmo non è granchè; dall’altra parte un buono Spezia, ordinato e pragmatico, rintuzza i tentativi locali e rimane in partita.

Ripresa. Il break fa bene alle padrone di casa, che rientrano in campo con un diverso spirito e si rigettano nella mischia con una applicazione tutta nuova. E così, già al 2°, Giada Canepa potrebbe raddoppiare, ma la sua bordata in bello stile manda la palla ad infrangersi contro la traversa. Al 5° Camisassi batte un corner, la retroguardia respinge sul laterale, Giulia riprende la sfera e con un tiro telecomandato centra in diagonale il bersaglio grosso: 2 a 0.

Al 7° Giada Canepa si fa largo ed esplode un autentico missile, ancora una volta la traversa trema. All´8° cambio nelle spezzine: esce Paolini, entra Anastasi. Al 9° passaggio indietro di Peluttiero, Rossi è bravissima a disimpegnarsi con i piedi e a rilanciare. Al 10° bello scambio Baldisserri-Romeo-Baldisserri al limite dell´area, tutto di prima, Ilenia effettua un delizioso pallonetto a scavalcare una incolpevole Maccione. Gran gol e Baldisserri che torna a segnare in competizioni ufficiali dopo il lungo stop agonistico.

All´11° altra sostituzione tra le ospiti: entra Caputo, esce Cuffini. Al 15° punizione a due in area assegnata alla Valpo, appena dentro i sedici metri: tocco di Canepa e tiro di Baldisserri, palla a fil di traversa. Al 16° corner teso di Camisassi, Canepa vola altissima e di testa incorna nel sette. Bellissimo gol e 4-0.

Lo Spezia mette il naso fuori dalla tana e nel giro di pochi minuti confeziona due occasioni importanti: al 17° Borrello se ne va in percussione e conclude bene in diagonale dalla destra, palla a lato non di molto. Ed al 18° Chilosi esplode una cannonata da fuori, la sfera si impenna e poi viene a scendere, colpendo il montante.

Al 22° primo cambio anche per la Valpo: la giovane centroavanti Carbone prende il posto di una ottima Pinasco e le Eagles passano al 4-2-3-1, con Baldisserri trequarti, Romeo e Canepa esterni di attacco. Al 23° Camisassi sfodera una maligna punizione dalla destra, tap-in vincente di una tempista Baldisserri e la rete si gonfia per la quinta volta.

Al 24° ancora forze fresche nella Valpo: Martina Campora sostituisce Federica Robbiano. Al 27° Francy Carbone riceve in piena area, spalle alla porta, in posizione defilata: difende bene l’attrezzo, si gira con movimento da vero attaccante all´inglese e spara rasoterra in porta. Gol di pregevolissima fattura, da bomber di razza.

Al 29° Canepa assiste Baldisserri, imbeccata profonda per Romeo che penetra in area e con freddezza realizza sull’uscita del portiere: 7-0. Il sistema di gioco utilizzato sembra decisamente più consono alla squadra, con Abondi e Camisassi a proprio agio, con il punto di riferimento di una vera punta centrale e con le scorribande degli attaccanti esterni, premiate spesso dalle intuizioni del trequarti Baldisserri.

Al 30° dentro Pedemonte e fuori una brava Peluttiero. Al 31° nuovo numero di una straripante Carbone, si libera in spazi angusti e dal limite conclude, Maccione c’è e blocca a terra. Ancora un cambio Valpo al 32°: esce tra gli applausi Baldisserri, entra un´altra giovane, Gaia Rovatti. Al 35° Camisassi pennella dalla bandierina, testata di Pedemonte, palla a lato. Al 36° Canepa va via in bello stile, poi conclude alto sulla traversa. Al 38° ancora Canepa in evidenza, riceve la sfera da un bel recupero di Rovatti, appoggia quindi a Camisassi, che spara in porta, traversa sfiorata.

Al 40° cambio bianconero: Sernesi entra al posto di Finollo. Spezia vicino alla segnatura al 41°: Borrello salta Rossi in uscita, ma all’ultimo istante viene anticipata a porta vuota da un prodigioso recupero di Piquet, che le tocca la sfera, Pedemonte perfeziona il salvataggio portando via la palla dalla porta. Nell´occasione Celeste Rossi si infortuna al quadricipite e deve uscire: al suo posto entra Paola Rogina. Non succede praticamente più nulla sino alla fine.

Nell’altra gara che riguarda il gironcino della Valpo, la Sarzanese ha battuto in casa il Vecchio Levanto per 2-1, e con 9 punti insegue in classifica le Eagles, che ne hanno 10. Vecchio Levanto fermo a 4, Spezia a 0. Nell’altro girone il Vado ha battuto la Matuziana per 2-1.

Domenica 16 novembre doppio appuntamento per i supporters della prima squadra: alle 16,30 tutti a Begato per assistere all´incontro con il Vecchio Levanto, poi tutti al circolo 8 Marzo di Sestri Ponente per la Valpocena di novembre.

La formazione della Valpolcevera Serra Riccò guidata da Roberto Minoliti: Rossi (s.t. 42° Rogina), Travaglini, Piquet, Peluttiero (s.t. 30° Pedemonte), Camisassi, Robbiano (s.t. 24° Campora), Pinasco (s.t. 23° Carbone), Abondi, Baldisserri (s.t. 32° Rovatti), Canepa, Romeo; a disposizione Bianchi, Napello. Ha arbitrato Alice Lugnani di Genova.