Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio, Eccellenza: il Ligorna perde l’imbattibilità, punti pesanti per Sestrese e Sammargheritese risultati

Genova. Il Magra Azzurri s’aggiudica il big match dell’undicesimo turno del campionato d’Eccellenza, regolando – con il classico risultato all’inglese (2-0) – il Ligorna, che perde così l’imbattibilità.

Gli spezzini, dopo aver fallito un rigore con Lamioni, hanno realizzato le reti della fondamentale vittoria con Musetti e con lo stesso Lamioni, che – con personalità – non ha fallito una seconda opportunità di calciare un successivo penalty.

Grazie a questo successo, il Magra Azzurri riduce a due punti lo svantaggio dai genovesi, che restano comunque ancora solitari al comando.

Il Rapallo, invece, non sfrutta l’occasione per avvicinarsi alla vetta, dato che perde, a domicilio, il derby del Tigullio con la Sammargheritese; in vantaggio con Maucci, i ruentini, nel finale di gara, si fanno raggiungere e poi superare da Cacciapuoti, che – con una doppietta – porta la sua squadra al quinto posto.

Chi continua a macinare punti, è l’Imperia di mister Bocchi, che vince (e convince) con il Finale; sono Ambrosini ed il solito Castagna a regalare il successo ai nerazzurri.

Bene il Busalla, che torna imbattuto dalla trasferta di Cairo Montenotte, dove ottiene un buon punto contro la Cairese; in vantaggio con Ottoboni, i genovesi di Cannistrà sono stati raggiunti nella seconda frazione di gioco dai valbormidesi, con Girgenti che ha avuto la freddezza di mettere in rete un tiro dagli undici metri.

Passo indietro del Genova Calcio, che fallisce l’occasione di scalare posizioni in classifica, subendo una sconfitta, in trasferta, con il Rivasamba, che ottiene tre importanti punti che lo rilanciano in classifica.

Da questa sera, respirano meglio Sestrese e Fezzanese, che si sono aggiudicate i match salvezza, rispettivamente con il Quiliano ed il Molassana.

La Sestrese regola, con un sonante 4-0, un Quiliano, costretto a giocare in dieci per ben 70 minuti; verde-stellati quindi sugli scudi, con Di Pietro autore di una tripletta, che gli consente – secondo l’usanza britannica – di portarsi a casa il pallone autografato dai compagni.

Parte bene il torneo di mister Ruvo, neo tecnico della Fezzanese, che – al termine di una gara tiratissima – viene a capo d’un Molassana, meritevole tuttavia degli onori delle armi: dopo le reti di Baudi e Lorieri per gli spezzini e di Cenname ed Ansaldo per i ragazzi di Schiazza, è Bertagna il match winner che fa tornare il sorriso ai padroni di casa.

E’ notorio che con i pareggi, post l’avvento dei tre punti, non si fa molta strada, ne sa qualcosa la Veloce, che non riesce a battere il Ventimiglia, nonostante il vantaggio iniziale ottenuto con Galliano, dato che i frontalieri, passato lo scoramento per la rete subita, sono pervenuti al pareggio grazie all’esperto Lamberti.