Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Basket, Serie C nazionale: il Cus Genova paga centimetri e basse percentuali al tiro, Biella vince di 11

Genova. Esce sconfitto il Cus Genova dai legni del Lauretana Forum di Biella dopo una partita giocata male in attacco che i giovani padroni di casa sono riusciti a portare a casa imponendo il proprio stile di pallacanestro, costringendo i genovesi ad adattarvisi a dispetto della maggiore esperienza.

L’impatto con l’impianto biellese (magnifico nella sua modernità, eleganza e fruibilità, a quando qualcosa di simile anche a Genova?) è traumatico: dopo il minuto di silenzio osservato per ricordare lo sfortunato general manager biellese Gabriele Fioretti, prematuramente scomparso nella notte a seguito di una malattia a soli 39 anni, i ragazzi di Danna pigiano sull’acceleratore e, dopo aver incassato il primo canestro da parte di Bigoni, piazzano un parziale di 10-0 portandosi decisamente in vantaggio.

Una tripla ignorante di Gorini al 5° muove il tabellino ligure ma è evidente la fatica fatta dai biancorossi per giocare un attacco accettabile, vuoi per la fisicità e l’atletismo dei biellesi, vuoi per l’intestardirsi in iniziative personali e in tiri affrettati che altro risultato non portano se non quello di offrire il fianco al contropiede dei padroni di casa.

L’unico canestro della partita di Mangione e una tripla di Bedini (non al meglio in virtù di un infortunio occorsogli nell’ultimo allenamento di venerdì) danno la parità a quota 10, ma un ulteriore parziale (questa volta di 8-0) riporta Biella avanti. Genova ricuce fino al -1 (18-17) ma nell’ultima azione del quarto, pur avendo ancora un fallo da spendere prima di entrare in bonus, e nonostante lo sgolarsi dello staff tecnico in tal senso, non riesce a fermare l’attacco biellese e subisce una tripla tagliagambe sulla sirena da parte di Blotto.

In apertura di secondo periodo Wheatle stoppa Dufour e poi va a ricevere dalla parte opposta l’assist di Maffeo per il momentaneo +6. L’atletismo del nazionale Under 18 inglese sarà un rebus irrisolto per la difesa genovese che fisicamente è costretta ad andare sotto in ogni duello individuale per carenza di centimetri. Il vento in difesa per Genova però è cambiato: il rientrante Capecchi fa sentire i gomiti al pericolo pubblico numero uno Pollone, Bigoni e Dufour svettano a rimbalzo e aprono a un paio di cherry pick in contropiede da parte di Baiardo, e al 17° arriva il primo vantaggio genovese dopo il 2-0 iniziale grazie a due tiri liberi di Dufour. Wheatle ridà la parità ai suoi a 15″ dalla fine, Bestagno si procura un fallo a 4 decimi dalla sirena di metà partita e converte un solo tiro libero per il +1 Genova su cui le squadre vanno al riposo.

Il terzo periodo è una lunga agonia offensiva per i ragazzi di Maestri: salvo un canestro di Gorini dopo 1’09”, il primo canestro dal campo è la tripla di Capecchi dopo 7’42” di gioco per il -2 (41-39). Biella è precisa dalla lunetta, Genova litiga con i ferri e sbaglia due tiri da tre punti completamente aperti e si va all’ultimo riposo breve sul 44-41 per i padroni di casa.

Nell’ultimo periodo l’attacco di Genova non migliora, producendo solo 8 punti in 10 minuti di gioco (16 in tutto il secondo tempo). Scelte affrettate e scarsa precisione dalla distanza (3 su 23 da tre punti) condannano i genovesi che scivolano fino al -15 prima di rientrare sul -11 con l’ultimo canestro di Dufour.

Battuta d’arresto apparentemente sorprendente ma che in realtà testimonia l’equilibrio che regna in questo campionato dove nessuna squadra parte battuta e con nessuna avversaria ci si può permettere di non essere al 100%. Genova ha avuto il demerito di non riuscire ad imporre la propria pallacanestro e di adattarsi ai ritmi imposti dai giovani avversari. La mancanza di continuità al tiro da fuori unita alla grande differenza di centimetri ha poi portato alla difficoltà offensiva di trovare buoni tiri nell’area avversaria. Da salvare l’impegno e l’abnegazione difensiva che ha tenuto gli avversari a soli 60 punti segnati, insufficienti a vincere in trasferta se non si arriva a segnarne nemmeno 50.

Ora sotto con il lavoro per preparare la prossima partita, ancora in trasferta, che sabato 6 dicembre alle 21 vedrà opposti i cussini al Don Bosco Crocetta Torino, una delle squadre maggiormente attrezzate per la vittoria nel campionato.

Il tabellino:
Moregola Biella – Cus Genova Basket 60-49
(Parziali: 21-17; 32-33; 44-41)
Moregola Biella: Dello Iacovo 9, Thiebat, Maffeo 4, Wheatle 8, Pavone ne, Blotto 3, Gatti 3, Pollone 9, Chiavassa 4, Gonzato 20. All. Danna.
Cus Genova Basket: Bestagno 1, Bigoni 6, Baiardo 6, Bedini 6, Capecchi 7, Gorini 5, Dufour 7, Mangione 2, Macrì 9, Meroni. All.: Maestri – Pansolin – Toselli.
Arbitri: Ucci e Danese (Moncalieri).
Note. Nessuno uscito per cinque falli. Antisportivo a Bigoni (53-45, 39°); fallo tecnico alla panchina del Cus Genova (53-45, 39°). Per il Cus Genova: 12/29 da due, 3/23 da tre, 16/24 ai liberi, 33 rimbalzi (Macrì 7), 7 assist (Bigoni 3), 2 stoppate (Capecchi, Dufour), 5 recuperi (Bigoni 2).