Quantcast

Basket, il Cus Genova fa visita al fanalino di coda del torneo: l’imperativo è non sottovalutarlorisultati

Marcello Mangione

Genova. Per la settima giornata di campionato il Cus Genova va a far visita all’Accabasket Alessandria, sabato 15 novembre alle ore 21 al PalaCima di Alessandria, squadra che divide con la Cestistica Biella la malinconica ultima posizione, ancora a secco di vittorie.

La formazione patchwork di coach Pozzi (per i vivaci colori delle divise da gioco) è probabilmente la più giovane per età media del torneo e fino ad ora ha raccolto solo referti gialli in modo anche abbastanza netto tranne la sconfitta di misura rimediata a Savigliano (57-64) alla seconda giornata.

Da tenere d’occhio il lungo diciottenne Frattallone (201 cm) finora a referto con 8 punti e sei rimbalzi di media. Il miglior realizzatore finora è Lorenzo Billi, play guardia del 1997, l’unico ad andare in doppia cifra di media nelle partite fin qui disputate con 10 punti e un record di 17 fatto segnare in casa contro Domodossola. Ma il giocatore più solido finora è parso il valenzano Edoardo Brussolo, ala del 1994, 8 punti e 5 rimbalzi con il 55% al tiro e una presenza costante attorno alla doppia cifra.

Da una decina di giorni fa parte del gruppo anche Riccardo Riva, guardia alessandrina del 1995 con un passato nelle giovanili dell’Armani Milano, arrivato in riva al Tanaro grazie ai buoni rapporti che intercorrono tra la società del presidente Gatti e l’Orsi Derthona, che partecipa al campionato di A2 Silver.

Attenzione al figlio d’arte Edoardo Tava, che nonostante i suoi 17 anni è già andato a referto quattro volte in A2 Silver proprio a Tortona. Ex di giornata è Niccolò Morando che lo scorso anno ha condiviso la cavalcata del Cus Genova verso la C nazionale, essendo protagonista in campo in più di un’occasione; crediamo ci terrà particolarmente a fare bella figura contro i suoi ex compagni.

Il Cus Genova arriva alla partita sulla scorta dell’entusiasmo per le quattro vittorie in fila conseguite e per la classifica cortissima che lo vede a soli due punti dalla vetta. La settimana non è stata delle più semplici a causa dell’allerta meteo che ha obbligato la chiusura del PalaCus fino a mercoledì con l’impossibilità della squadra quindi di allenarsi regolarmente.

Patria ha appena ricominciato il lavoro per smaltire l’infortunio muscolare patito sabato scorso e le possibilità di vederlo in campo sabato sera sono alquanto ridotte. Concentrazione e determinazione sono le caratteristiche su cui lavorare fino a sabato per riuscire a imporre il maggior tasso tecnico, la maggiore fisicità ed esperienza e non scivolare sulla più classica delle bucce di banana.

Arbitreranno l’incontro Umberto Spitaleri di Torino e Luca Morani di Rivoli.

Nella foto (Giorgio Scarfì): Marcello Mangione in penetrazione nella partita di sabato scorso.