Quantcast
Cronaca

Amt, Assoutenti replica a Orsa: “Lo sciopero selvaggio danneggia solo i cittadini”

autobus bus amt 1

Genova. “Lo sciopero selvaggio di Amt danneggia esclusivamente i cittadini, è inutile nascondere i propri interessi travestendoli da battaglia per il bene comune”. Non ci sta Assoutenti a subire le critiche di Orsa Tpl Genova, arrivate dopo che l’associazione consumatori si è schierata contro l’ipotesi di un nuovo sciopero selvaggio Amt, seguito all’annuncio di tagliare il contratto integrativo dal 2015.

Orsa rispondendo ad Assoutenti, che dice sì al commissariamento ed alla privatizzazione di Amt, ha spiegato come privatizzare in Italia, soprattutto i servizi pubblici e quindi di utilità sociale, non possa portare altro che un peggioramento delle condizioni contrattuali dei dipendenti, un peggioramento del servizio reso alla cittadinanza e un aumento di spesa per gli utenti”.

Non è così secondo Assoutenti che spiega, numeri alla mano, come la crisi decennale di Amt Genova sia già costata più di 300 milioni di euro ai contribuenti, con aumenti tariffari e tagli al servizio. “I cittadini genovesi non intendono più pagare di tasca propria gli errori e gli orrori gestionali di una Azienda lottizzata e cogestita assieme al sindacato, responsabile insieme a Comune di Genova e Regione Liguria dello sfascio di Amt Genova”, è la posizione chiara di Assoutenti. Sullo sciopero selvaggio paventato dai lavoratori inifine, l’associazione dei consumatori ricorda che i cinque giorni di sciopero selvaggio dell’anno scorso, crearono enormi problemi solamente ai cittadini genovesi producendo paradossalmente un guadagno per Amt e nessuna conseguenza economica per Comune e Regione e sollecita nuovamente il Prefetto di Genova ad attivare immediatamente un tavolo di crisi volto a scongiurare nuovi scioperi selvaggi senza rispetto delle fasce di garanzia.