Quantcast
Cronaca

Alluvione Levante: niente acqua potabile a Chiavari, Lavagna, Leivi e San Colombano. Molte zone senza luce, tecnici al lavoro

Maltempo a Levante, la situazione a Carasco

Levante. Agg.h. 17.30 Dopo l’alluvione, nel levante è emergenza utenze: molte persone a Chiavari e non solo, hanno problemi con acqua potabile e con la corrente elettrica. Nella cittadina alluvionata i tecnici Enel sono
al lavoro, dopo che una delle più grosse centraline cittadine è stata danneggiata dal torrente Rupinaro. Riattivate le
utenze pubbliche di prima necessità come quella dell’ospedale”. Le criticità restano in alcune zone della città, per via di contatori in scantinati o locali allagati. L’illuminazione pubblica e privata potrebbe mancare ancora per questa sera in alcune zone. Come Caperana, senza luce da quasi 24 ore, così come il centro: via Entella, via Piacenza, fino a via Parma per Carasco.
Appello all’Enel anche dal sindaco di Carasco per le aziende: “Da quasi 24 ore la zona industriale di S. Maria di Sturla è senza elettricità e molte imprese sono in crisi perché non riescono a mettere in sicurezza gli impianti. Molte di queste trattano generi alimentari”.

L’erogazione dell’acqua potabile, oltre che a Chiavari, è interrotta nei comuni di Lavagna, Leivi e San Colombano, colpiti dall’alluvione di stanotte.

A causa dell’interruzione della fornitura di energia elettrica ai campi pozzi non è prevedibile sapere quando sarà ripristinato il servizio. Si legge in un comunicato di Idro-Tigullio spa, che consiglia di bollire l’acqua per usi alimentari.