Quantcast
Cronaca

Alluvione Genova, Rixi: “I quartieri collinari di Pra’ ancora dimenticati”

frana via mauro alture pra'

Pra’. “Tutta la zona alle spalle del Branega da via della Torrazza a via Sciallero è stata gravemente compromessa dall’ultima alluvione dello scorso sabato con conseguente evacuazione di decine di famiglie. Una situazione questa che rappresenta solo l’ultimo atto di una tragedia annunciata, il risultato di anni di abbandono di una zona drammaticamente lasciata a se stessa dalle ultime giunte comunali che non hanno mai neppure provveduto alla messa in sicurezza della viabilità nonostante ci sia stata una Conferenza dei servizi che già dal 2011 decretava la necessità di un urgente intervento alla viabilità ordinaria”.

Questa la denuncia di Edoardo Rixi, capogruppo della Lega Nord, che ieri ha chiesto alla giunta Doria l’inserimento di via Villini Negrone minacciata da una frana all’altezza dei civici 17 e 17B, via della Torrazza e via Sciallero tra le somme urgenze.

“La mia richiesta è stata bocciata – spiega Rixi – con la scusa che gran parte delle strade in questione sono ‘vicinali’ e non comunali, la giunta in pratica scarica tutti gli oneri di intervento sui privati. Un atteggiamento che in un momento di così profonda urgenza equivale a un abbandono di decine di famiglie oggi più che mai in difficoltà. Ricordo che gli abitanti di tutte le strade in questione da anni chiedono un intervento urgente del Comune per la messa in sicurezza delle strade: mai nulla di fatto. E ora che si trovano semi-isolate e in parte sfollate queste famiglie dovrebbero anche accollarsi le spese per mettere a posto le strade? Ma se ci vorrà tutta che potranno ritornare a vivere in casa propria, come pensa la giunta che possano trovare i soldi per mettere a posto le strade? Forse si dovranno arrangiare, attrezzandosi con dei muli per raggiungere le proprie abitazioni”.

“La risposta ‘pilatesca’ di Palazzo Tursi è vergognosa. L’alibi assunto dalla giunta per lo ‘scarica-barile’ sui privati nel rimediare ai danni alluvionali è inaccettabile: la giunta dice che le strade vicinali sono di responsabilità di chi ci abita. Ma se in queste stesse strade, ai limiti della praticabilità già nel pre-alluvione, si continua a costruire senza sosta con pesanti conseguenze anche sulla tenuta del terreno, di chi è la responsabilità? Non è forse del Comune che continua a dare permessi a costruire nonostante le segnalazioni in loco di rischio frane?”, conclude.

Più informazioni