Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

ABCD+Orientamenti, grande successo per il Salone: numeri da record foto

Genova. “La buona scuola è: … lavorare in gruppo, premiare le competenze, non lasciare indietro nessuno ” queste alcune delle riflessioni che 1132 studenti, insegnanti, genitori, hanno scritto sulla lavagna del salone ABCD+Orientamenti conclusosi ieri alla Fiera di Genova. Tre giorni di lavori che hanno puntato su Genova l’attenzione del mondo dell’istruzione, dell’orientamento e del lavoro. Un’edizione, l’undicesima, svoltasi nel pieno del dibattito sul programma del Governo, caratterizzata dalle iniziative di “Scola Nova: la scuola del futuro” sui temi della riqualificazione edilizia, dell’innovazione tecnologica e dei nuovi modelli didattici, e su Garanzia Giovani, il piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile, al centro del Forum sull’orientamento di venerdì.

Per ABCD+Orientamenti sono arrivati a Genova esperti da tutta Europa, dall’Australia, dagli Stati Uniti e dal Giappone, dirigenti scolastici e docenti da tutta Italia e moltissime famiglie, in particolare la sera del 6 novembre, con migliaia di genitori e ragazzi che fino a tarda ora hanno visitato gli stand delle scuole superiori e dell’Università di Genova, partecipato ai laboratori della Provincia di Genova e agli incontri con gli orientatori, frequentato il corso “genitori 2.0”, presenziato alla serata di beneficenza dell’Unicef. Un salone sempre più internazionale con gli interventi dell’OCSE, con l’European Job Day di Eures, oltre che la fattiva collaborazione di INDIRE e ISFOL, i principali istituti italiani di ricerca nel campo dell’educazione e del lavoro nell’organizzazione dei convegni.

4.000 studenti di scuola media, 10.000 genitori, 18.000 studenti scuole superiori, 5.000 studenti universitari e giovani in cerca di lavoro, 3.000 docenti e educatori, 201 (+20%) espositori nell’area Job e Orientamenti Senior, 62 gli espositori dell’area tecnologie, editoria e prodotti per la scuola, turismo e mobilità giovanile, 54 le scuole superiori e i centri di formazione di Orientamenti Junior, oltre 400 eventi formativi (convegni, workshop, laboratori, presentazioni), 800 (+25%) colloqui di orientamento allo studio universitario con psicologi; 1.600 test di orientamento individualizzati; 11.000 (+5%) visitatori agli stand e 7.000 presenze ai 134 seminari delle facoltà universitarie, 80 aziende e 3.700 (+ 130%) i giovani partecipanti a un colloquio di selezione all’International Career Day. 25 Enti Pubblici e privati, associazioni sindacali e di volontariato presenti nello Sportello Orientamento (che ha garantito 188 colloqui di orientamento al lavoro, 1287 assistenze alla compilazione dei curriculum vitae). Nell’area di incontro con i testimoni di impresa sono stati effettuati 1934 colloqui di orientamento con imprenditori dei settori (turismo e servizi, artigianato, autoimprenditoria e cooperazione, ICT, Mare, Green economy), 4300 test e colloqui di verifica delle 8 Competenze Chiave UE, 42 scuole e centri di formazione professionale partecipanti alle 14 gare delle Olimpiadi dei Mestieri con 115 concorrenti, 1.132 gli studenti che hanno scritto sulla lavagna la propria idea di buona scuola. Nel totale, nonostante le condizioni meteo primitive e l’allerta meteo dei primi due giorni, sono state registrate circa 40mila presenze con ingressi in aumento dal pomeriggio di giovedi’, grazie alla novità dell’apertura serale, e per tutta la giornata di venerdì quando la manifestazione è stata letteralmente presa d’assalto.

“ABCD+Orientamenti – sintetizza Sara Armella, presidente della Fiera di Genova – è stato un luogo di confronto di altissimo livello. E’ un appuntamento irrinunciabile per i professionisti del mondo dell’educazione, dell’orientamento e del lavoro e per migliaia di giovani verso i quali, insieme a tutte le istituzioni, sentiamo la responsabilità di aiutarli a compiere le migliori scelte per il futuro”.

Per l’assessore all’istruzione, alla formazione e all’Università della Regione Liguria Sergio Rossetti: “ABCD+ Orientamenti è una grande opportunità, uno strumento al servizio della prima grande infrastruttura necessaria allo sviluppo economico e sociale: l’istruzione, il sistema e il trasferimento delle conoscenze”.

La pioggia e il maltempo non hanno fermato i giovani in cerca di lavoro che hanno triplicato la loro partecipazione rispetto alle precedenti edizioni del salone (3.700 le query rilevate alla registrazione dell’International Career Day) e che hanno incontrato imprese e aziende dell’economia del mare, dell’innovation-smart-green economy, del turismo; 2765 i giovani che hanno usufruito dei servizi al lavoro e degli incontri con i testimonial e gli esperti agli stand di Garanzia Giovani della Regione Liguria, di Arsel, dei Centri per l’Impiego, della Camera di Commercio, delle associazioni delle imprese, dei consulenti del lavoro, delle organizzazioni sindacali. La Camera di Commercio ha organizzato colloqui orientativi con 60 imprese dei settori commercio, turismo, ospitalità e artigianato. L’area artigianato ha visto quest’anno una forte presenza di imprese specializzate in efficienza energetica, energie rinnovabili, grafica e web design. 250 sono stati i colloqui organizzati dalla Camera con gli studenti di 15 scuole tecniche e professionali genovesi.

I 4000 studenti delle scuole medie che hanno partecipato a Orientamenti junior sono stati accolti presso lo stand della Provincia, ricevendo la guida “Disegniamoci il futuro”, con la descrizione dei percorsi della scuola superiore e delle singole istituzioni scolastiche e formative. Fra le iniziative di approfondimento, particolarmente graditi i Laboratori di orientamento alle professioni e di scoperta delle attitudini dei singoli con il software “Sorprendo” e i ” Laboratori sulla riforma della scuola e di aiuto alla scelta” , rivolti alle famiglie.
Tra i 18mila studenti delle scuole superiori, 450 hanno effettuato i colloqui con l’Università di Genova, 4.500 hanno avuto contatti diretti allo stand di Ateneo, circa 6.600 hanno avuto accesso agli stand dei corsi di studio, 7.000 hanno partecipato alle presentazioni dei corsi di studio; 50 le famiglie che hanno partecipato ai due seminari per la scelta del percorso di studi universitario.

Nel corso della premiazione dei giovani talenti liguri (dai ricercatori liguri della Silicon Valley Martina Bini e Raffaello Camoriano, alle start-up Horus technology e Zenfeed, agli studenti dell’alberghiero di Alassio, del Montale e del Marco Polo di Genova, agli alunni dell’istituto comprensivo di San Teodoro), pubblici ringraziamenti per tutti gli operatori e gli insegnanti che con la loro presenza, pur in questi giorni difficili, hanno assicurato la riuscita della manifestazione.

“ABCD+Orientamenti – ha dichiara il presidente di Indire Giovanni Biondi – si è confermato un appuntamento di fondamentale importanza per il mondo scolastico italiano e anche quest’anno si è sviluppato un proficuo dibattito nella comunità educante in cui il nostro Istituto ha svolto un ruolo da protagonista nel proporre una profonda innovazione didattica per scardinare il modello tayloristico della scuola. Con questo obiettivo, abbiamo inviato l’Ocse e alcuni esperti internazionali per analizzare le novità internazionali sul fronte delle nuove architetture scolastiche; facendo nascere la rete delle ‘Avanguardie educative’ abbiamo avviato un percorso che vuole mettere a sistema, condividere e diffondere le iniziative che le scuole stanno sperimentando sul versante dell’innovazione didattica. Con lo stesso obiettivo, sosteniamo le piccole scuole dei comuni montani e delle isole minori, che contano 900 mila studenti, fornendo delle nuove soluzioni didattiche che possono risolvere i loro problemi organizzativi.

Bilancio positivo anche nelle parole di Rosaria Pagano, alla sua prima esperienza di Salone dopo la nomina a direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria: “Abbiamo rinsaldato, anche quest’anno, la nostra significativa presenza all’interno del Comitato promotore di ABCD+Orientamenti, confermandoci come partner fondamentale sia per quanto riguarda lo spessore formativo ed innovativo delle proposte del MIUR e di INDIRE, sia per quanto riguarda i numerosi eventi organizzati dal nostro Ufficio, anche in collaborazione con tanti soggetti istituzionali della nostra regione”.

Positivi riscontri anche per le attività del Mibact e dell’area infanzia, i convegni e i laboratori coordinati dall’Assessorato e dalla Direzione Scuola, sport e politiche giovanili del Comune e i laboratori dell’area FISM dedicata alle scuole materne.

ABCD+Orientamenti è promossa da Fiera di Genova, Regione Liguria e ARSEL, Università degli Studi di Genova, Ufficio Scolastico Regionale della Liguria, Provincia di Genova, Camera di Commercio di Genova, Comune di Genova, Province di Imperia, Savona e La Spezia.