Cronaca

Tiglieto, massacrato a martellate: non una rapina ma tentato omicidio, arrestata la moglie

carabinieri

Tiglieto. Non una rapina, ma un tentato omicidio. Incomincia a delinearsi meglio il giallo di Tiglieto, dove stamani, in una villetta monofamiliare, era stato trovato in un lago di sangue, ancora nel suo letto, un pensionato 67enne. Subito si era pensato ad una rapina, anche se dall’abitazione apparentemente sembrava non mancare nulla. Oggi pomeriggio invece è stata arrestata la moglie, 66 anni, per il tentato omicidio del marito, carrozziere in pensione di un anno più vecchio.

Sarebbe stata lei a colpirlo con numerose martellate fratturandogli il cranio. L’uomo, dopo la corsa in elisoccorso al San Martino è in prognosi riservata. Ancora sconosciuto l’elemento scatenante. A fare luce sull’episodio i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Genova e della Compagnia di Arenzano.

In un primo tempo si era infatti pensato a una possibile rapina finita male, ma alcuni elementi hanno insospettito i militari: in primis l’orario, poco consono per una rapina, poi i segni di effrazione completamente assenti e infine, non da ultimo, lo stesso racconto della donna secondo cui pur trovandosi nella stessa casa non avrebbe sentito alcun rumore. La donna non ha confessato, né ha voluto fornire spiegazioni. Non esistono al
momento denunce o situazioni di violenza emerse nelle indagini dei carabinieri.

Più informazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.