Cronaca

Sampierdarena, spedizione punitiva a colpi di martello: Spanò e Santoro condannati per tentato omicidio

tribunale genov

Genova. Il tribunale di Genova ha condannato rispettivamente a 8 anni e 2 mesi Andrea Spanò, 41 anni e a 6 anni e 2 mesi Patrick Santoro, 20 anni, accusati di tentato omicidio per aver colpito con un martello un barista nel quartiere genovese di Sampierdarena.

I fatti risalgono al novembre di un anno fa. La vittima, secondo quanto ricostruito dal pm Federico Manotti, era stata colpita per uno sgarro, avendo detto pubblicamente al bar che il giovane Santoro, a cui aveva prestato un centinaio di euro, non aveva saldato il suo debito. Con l’inganno era stato arrivato all’appuntamento, nei pressi della chiesa del Campasso a Sampierdarena, dove Santoro si era presentato con il patrigno e il barista era stato prima ferito con un coltello, poi colpito con una martellata alla gola.

Il pm Federico Manotti aveva chiesto rispettivamente 13 anni e sei mesi e e 10 anni e due mesi, ma il giudice ha escluso la premeditazione del reato.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.