Quantcast
Sport

Promozione A: Arenzano nella tana della Carlin’s, Voltrese in cerca di riscatto, Campomorone-Albenga che sfida!risultati

Legino-Voltrese

Cogoleto. Dopo il turno infrasettimanale di recupero della quinta giornata, riprende, in questo week end, il normale svolgimento del campionato, arrivato nel frattempo all’ottavo turno.

Fra le gare in programma, spicca l’incontro tra la Carlin’s Boys e l’Arenzano, con i sanremesi che puntano a mantenere la leadership e nel contempo, in caso di vittoria, staccare di sei lunghezze l’Arenzano, che dopo aver “steccato” nel recupero casalingo con l’Albenga, non può concedere un bis negativo.

Sarà importante capire come gli arenzanesi, protagonisti del torneo nelle prime giornate, hanno metabolizzato la prima sconfitta. L’impressione di chi li ha visti allenarsi in riva al Lerone, è che la sconfitta sembra non aver intaccato il loro morale.

La Voltrese, battuta pesantemente in quel di Taggia, sconfitta che è costata la perdita della “pole position”, deve riprendere a correre di corsa in casa della Rivarolese, reduce peraltro da un paio di sconfitte.

I ragazzi di Navone puntano sulla vorace fame di goal dell’attaccante principe, Cardillo, che con sette centri è il “pichici” (termine spagnolo che indica il leader dei cannonieri) del campionato di Promozione. Nell’altra metà campo, il “delantero” degli avvoltoi Piovesan (quattro reti) è pronto a raccogliere la sfida e rispondere per le rime.

Grande attesa per l’incontro – che ricorda la “Sfida all’O.K. Corral” – fra il Campomorone e l’Albenga, due squadre in gran forma, che hanno preso l’ascensore verso le alte quote.

I “Pirovano boys”, che hanno tra le fila un Curabba in gran spolvero, sono reduci dalla sonante vittoria sul terreno di un Bragno, in precedenza sempre vittorioso in casa, ma anche l’Albenga, con la vittoria di Arenzano, ha gettato la maschera e dato un chiaro avvertimento : chi vorrà – alla fine – prevalere, dovrà fare i conti anche con i bianconeri del d.s Renzini.

Altro incontro che promette scintille, è quello che tra il Varazze, che ha appena espugnato Borzoli (risucchiandolo nella zona calda) ed il Taggia, che in un match pirotecnico ha rifilato una cinquina alla Voltrese (un 5-3 che parla da solo). D’altra parte, gli imperiesi di mister Tirone, vengono da un doppio consecutivo successo, che li ha resi consapevoli della forza dell’organico e rimessi “in carreggiata”, o – per meglio dire – al terzo posto in classifica, a quattro lunghezze dalla Carlin’s Boys.

Il Serra Riccò, team che gode di buona salute, ospita al “Cambiaso” un Bragno deludente in trasferta (sempre sconfitto) con l’intento di ribadire lo stato di grazia in cui versa. Le punte Lo Bascio e Cattardico sperano entrambe di poter essere decisive.

Nel calcio di qualche anno fa, Cogoleto e Loanesi starebbero preparando la sfida affilando i “tacchetti bullonati”, adesso si limitano ad intensificare gli allenamenti. Sarà il “bisontino” granata Rossi a guidare l’assalto ai savonesi, guidati dalla bandiera rossoblù Giusi Valentino, appena ritornato a calcare i campi da gioco, con tanto di segnatura al nuovo esordio.

Derby savonese tra il Ceriale (ultimo in classifica col Legino e con solo quattro punti all’attivo) e l’Albissola, che stenta ad ingranare. Per i ragazzi di Mambrin i tre punti sarebbero tanta manna… obiettivo tutt’altro che facile, perché Granvillano e soci la pensano di certo in modo diverso, anche se sono tuttora alla ricerca di quella continuità che garantirebbe la disputa di un campionato importante.

Il Borzoli, appena battuto ed inguaiato da un corsaro Varazze, è arrabbiato e vuole rifarsi con il fanalino di coda Legino, che tuttavia, gasato dal successo sulla Rivarolese, non solo venderà cara la pelle, ma cercherà un prestigioso bis. La vena realizzativa di Rosati sarà determinante per spostare l’ago della bilancia.