Quantcast
Cronaca

Paura di una nuova alluvione a Genova e in Liguria: i siti meteo prevedono forte ondata di maltempo

fulmine mare noli

Liguria. Stanno destando molta ansia e preoccupazione le previsioni che campeggiano sul sito di Meteo.it, secondo cui una situazione veramente pericolosa starebbe delineandosi per la prossima settimana in Liguria.

“Un ciclone che si posizionerà ad Ovest dell’Italia richiamerà forti venti meridionali provenienti dall’Africa che attraversando il Mediterraneo si caricheranno di umidità e tanta pioggia. La perturbazione che verrà a crearsi non riuscirà a spostarsi verso oriente in quanto bloccata da un anticiclone per cui sosterà per qualche giorno sulle stesse zone, in particolar modo Piemonte e Liguria scaricando eccezionali quantitativi d’acqua”, si legge.

“La conformazione orografica dell’arco alpino ligure e piemontese favorirà il rischio di alluvione su queste zone – aggiungono i meteorologi del centro – speriamo che questa possibilità non avvenga, ma è bene inoltrare il rischio per evitare dissesti idrogeologici gravi e salvare eventuali vite umane”.

Anche Limet prevede l’arrivo di forti piogge, ma precisa che l’evoluzione è ancora da confermare, vista la grande distanza temporale. Stessa cosa vale per Arpal, che prevede un notevole peggioramento a partire dal 3 novembre. “Nella prima parte della settimana l’approssimarsi di un’estesa perturbazione dalla Francia causerà un marcato peggioramento delle condizioni meteo sulla nostra regione. Attualmente i fenomeni più intensi sono previsti tra la sera di lunedì 3 novembre e giovedì 6 novembre”, si legge sul bollettino. “Tra martedì e mercoledì la perturbazione muoverà lentamente verso Est – recita una nota diffusa in serata – I massimi precipitativi inizialmente localizzati sulla Francia meridionale si estenderanno a tutte le regioni settentrionali e centrali tirreniche ed in particolare alla Liguria. I modelli suggeriscono che fenomeni intensi potrebbero interessare la nostra penisola anche nella giornata di giovedì, poi il sistema si sposterà sul centro Italia raggiungendo Sabato il meridione per poi attenuarsi nel corso del fine settimana”, massima attenzione sia per i quantitativi di precipitazione sia per la persistenza.

Anche in questo caso, però, è considerato prematuro parlare di possibili alluvioni, ma eventualmente Arpal sarà pronta a lanciare l’allerta.