Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto, Serie A1: la Pro Recco ha la meglio sul Bogliasco con 11 reti di scarto risultati

Sori. La Pro Recco supera il Bogliasco con un deciso 16 a 5, archiviando la giornata numero uno del campionato e conquistando i primi 3 punti. I ragazzi biancocelesti hanno giocato e vinto in memoria di Riccardino, piccolo tifoso della Pro scomparso poche settimane fa in seguito ad una tremenda malattia come il neuroblastoma.

Prima della presentazione la società ha voluto ricordare il proprio giovanissimo supporter “passando” (dalle mani del numero 1 biancoceleste Barreca) la prima palla della stagione alla mamma, che ha scritto una lettera e fatto leggere da Sonia, sostenitrice dell’Associazione italiana per la Lotta al Neuroblastoma, di cui il difensore del Recco Massimo Giacoppo è testimonial. Il presidente Angiolino Barreca ha poi donato una targa: “Riccardino per sempre nei nostri cuori. La famiglia Pro Recco Waterpolo 1913”, salutando la famiglia con la voce smorzata dall’emozione; anche i ragazzi a bordo vasca, durante la presentazione, hanno indossato la maglietta dell’associazione.

Applausi, nodo alla gola e lacrime di commozione per tutti gli spettatori della Comunale, dopodiché tutti in acqua e fischio d’inizio dei due direttori di gara Calabrò di Napoli e Del Bosco di Palermo.

Partiti. Segna Prlainovic dopo un minuto di gioco, poi un po’ di lavoro difensivo da entrambe le parti. Il raddoppio lo firma Lapenna, più per un’incomprensione della retroguardia che per altro. Altro gol dal centro, ancora Prlainovic. Figari da posizione angolata fa 4-0. Superiorità numerica a favore del Bogliasco, così Ravina bagna il suo debutto in prima squadra ed in Serie A1 con il gol 4-1. Risponde il Recco con l’uomo in più, con Giorgetti che sigla il nuovo +4. Poi va a segno da fuori di De Trane, anche per lui esordio assoluto con il gol. Giacoppo dal centro ralizza il 6-2. Prlainovic a venti secondi dal termine incrementa il vantaggio locale.

Secondo tempo. Palla al Bogliasco, superiorità a favore, Tempesti para. Segna Di Fulvio per l’8 a 2. Gitto per la seconda volta nel pozzetto in neanche un minuto; trasforma De Trane da posizione 1 con un tiro sotto le braccia di Tempesti. Superiorità per i padroni di casa, Lapenna fa 9-3. Doppia parata di Prian. Guidaldi senza paura scavalca Tempesti in uscita che da sottacqua ostacola, si prosegue. Poi nuovamente il croato per il 10 a 3, Figlioli su rigore e Di Fulvio colpiscono ancora per la Pro Recco. Gran lavoro al centro di Deserti, ma i suoi sforzi non vengono premiati.

Ad inizio terzo tempo viene espulso temporaneamente Guidi, trasforma Gitto per il 13-3. Rigore a favore del Bogliasco, lo conquista Deserti, lo trasforma Loomis Di Fulvio prima segna poi vene espulso e Loomis ne approfitta. Poi c’è un rigore a favore dei padroni di casa, Ivovic sigla il 15-5.

Ultimo tempo. Entra Insollitto e para in due azioni differenti. Gol di Ivovic ad un minuto e mezzo dalla fine. Ancora 15 secondi nei quali il Recco gioca una superiorità numerica ed Insollitto per tre volte tira giù la saracinesca. La Pro Recco si impone con 11 reti di scarto.

Il tabellino:
Pro Recco – Rari Nantes Bogliasco 16-5
(Parziali: 7-2, 5-1, 3-2, 1-0)
Pro Recco: Tempesti, Lapenna 2, Prlainovic 4, Figlioli 1, Giorgetti 1, Felugo, Giacoppo 1, Di Fulvio 3, Figari 1, Fondelli, Ivovic 2, Gitto 1, Pastorino. All. Igor Milanovic.
Rari Nantes Bogliasco: Prian, De Trane 2, Di Somma A., Gavazzi, Guidi, Ravina 1, Loomis 2, Monari, Boero, Guidaldi, Novara, Deserti, Insollitto. All. Daniele Bettini.
Note. Superiorità numeriche: 3 su 6 più 2 rigori trasformati per la Pro Recco, 3 su 5 più 1 rigore trasformato per il Bogliasco.