Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Liguria, “A scuola di primo soccorso”: al via la seconda edizione

Regione. E’ pronta a partire la seconda edizione di “A scuola di primo soccorso”, l’attività di informazione e formazione relativa ai temi dell’emergenza-urgenza promossa dall’assessorato alla salute della Regione Liguria e rivolta al mondo della scuola. Lo comunica l’assessore regionale alla salute Claudio Montaldo dopo l’approvazione in giunta del progetto. Anche quest’anno tutte le scuole interessate a partecipare potranno mettersi in contatto con la Regione Liguria attraverso l’indirizzo mail comunicazionesanitaria@regione.liguria.it e usufruire per l’anno scolastico 2014-2015 degli addetti alla formazione del dipartimento salute della Regione Liguria, dell’Ospedale Galliera, dell’Istituto Gaslini di Genova, dell’IRCCS San Martino – Ist, della ASL 3 Genovese, del 118 Liguria e del118 Tigullio, oltre ai pediatri di libera scelta, in collaborazione con il centro di formazione New Life di Rapallo, con le Pubbliche Assistenze e la Croce Rossa Italiana.

L’obiettivo è quello di formare gli allievi delle classi quinte elementari, terze medie e del secondo e quarto anno del ciclo superiore nel settore del primo soccorso, attraverso figure esperte con competenze medico-scientifiche. In aula verranno simulati i gesti di primo soccorso, coinvolgendo in prima persona gli alunni. Inoltre su richiesta delle scuole, oltre alle lezioni in aula, è possibile prevedere “giornate aperte” nelle sedi operative dei 118 o dell’emergenza ospedaliera.

“L’obiettivo che ci prefiggiamo – spiega l’assessore regionale alla salute Claudio Montaldo – è quello di preparare i ragazzi alle tecniche del primo soccorso che possono essere utili anche nella vita pratica, ma soprattutto sensibilizzarli al volontariato sociale e ai valori della solidarietà, attraverso un’educazione diretta alla prevenzione e alla sicurezza. Inoltre vogliamo promuovere anche la diffusione graduale, ma capillare dei defibrillatori semiautomatici esterni, in modo da costituire una rete di defibrillatori in grado di favorire la defibrillazione entro 4/5 minuti dall’arresto cardiaco”.

Saranno circa venti gli operatori provenienti dagli Enti formatori che si alterneranno tra le lezioni in aula e sul campo per un totale di circa 10 ore di lezione. Il progetto del primo soccorso a scuola partito l’anno scorso ha visto il coinvolgimento di 47 scuole di ogni ordine e grado, 73 classi primarie, 52 classi secondarie di primo grado e 63 classi secondarie di secondo grado per un totale di circa 4.000 alunni coinvolti in particolare nell’area genovese e del Tigullio.