Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Invito a Palazzo”: Banca Carige apre le porte dei suoi tesori foto

Più informazioni su

Genova. In occasione dell’evento “Invito a Palazzo”, Banca Carige ha aperto le porte sui suoi tesori artistici e messo in mostra diverse poetiche dell’ Ecce Homo: quella di Orazio De Ferrari (1649) e quella di Valerio Castello (1639) consentendo così un confronto tra i due maestri del Seicento genovese.

Invito a palazzo banca carige

Prosegue così l’iniziativa promossa da Abi che nel primo sabato di ottobre mette in mostra opere d’arte e capolavori conservati nelle sedi storiche delle banche italiane, normalmente chiuse al pubblico perché luogo di lavoro.

Nella sala che ospita lo splendido Susanna e i Vecchioni di Paolo Veronese, il vicepresidente Alessandro Repetto conferma la volontà della banca di “aprire le porte su a questi tesori dell’arte” che possono dare all’esterno l’immagine di grande solidità dell’antico istituto di credito che ospita opere di eccezionale bellezza firmate da Bernardo Strozzi, Gioacchino Assereto, Domenico Piola, Giovanni Benedetto Castiglione, Bartolomeo Guidobono, Peter Van Loon, Pasquale Domenico Cambiaso.

I due ‘Ecce Homo’ sono stati illustrati dalla storica dell’arte Paola Traversone, della Soprointendenza ai beni culturalie artistici, che ha voluto sottolineare la diversa poetica delle due opere, quella più naturalistica e “caravaggesca” della tela di De Ferrari e quella più barocca di Castello.