Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Giro d’Italia 2015 sceglie la Liguria: la cronometro di apertura e le altre tappe

Milano. La Liguria si tinge di rosa, in pole- position, al Palaghiaccio di Milano per la presentazione del Giro d’Italia 2015 che partirà dalla pista ciclabile Area 24 da Sanremo a San Lorenzo al Mare, nell’Imperiese, per toccare, poi Albenga, Genova, Rapallo, Chiavari, Sestri Levante, le Cinque Terre, La Spezia. Quattro, in dettaglio, le tappe, dopo la cronometro di apertura sulla pista ciclabile del Ponente Ligure, ufficializzate da Rcs-Sport, che costituiscono quasi un quinto della Corsa Rosa.

Sono: la cronometro di Sanremo-San Lorenzo al Mare (9 maggio), l’Albenga-Genova (10 maggio), la tappa Rapallo-Sestri Levante, lungo un percorso che tocca Valtrebbia e Val Fontanabuona (11 maggio) e infine la Chiavari-La Spezia (12 maggio). Dal capoluogo dell’estremo Levante ligure la Corsa Rosa partirà, il 13 maggio per Abetone, in Toscana.

“Un quarto del Giro d’Italia si svolgerà nella nostra regione ed è un fatto mai successo. Inoltre quest’anno la partenza in Liguria sostituisce il consueto debutto della corsa rosa in un paese straniero (l’anno scorso in Irlanda). Per noi è un investimento rilevante ma riteniamo di aver fatto bene a rilanciare l’immagine della regione con uno strumento come il Giro, uno dei veicoli promozionali più forti al mondo”, ha detto il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando.

“Se si pensa che la stima sull’impatto economico complessivo del Giro d’Italia, secondo uno studio della Bocconi presentato in mattinata ,a Milano, è di 110 milioni, in Liguria, a fronte di un investimento di 2 milioni, la ricaduta sui nostri territori è di una ventina ”, afferma l’assessore regionale allo Sport Matteo Rossi, presente a Milano, insieme con i sindaci, con l’assessore al Turismo Angelo Berlangieri e il presidente Burlando.

Un evento che conferma come la Liguria sia una regione dove si pedala, per sport e per divertimento, e la dieci giorni del Giro d’Italia 2015 è uno straordinario potenziale promozionale e turistico per i bikers e cicloturisti italiani e stranieri e per i residenti. Già tante le iniziative, oltre a una grande Notte Rosa per salutare i “girini” alla vigilia del loro arrivo in ogni centro sede di tappa, anticipate, sia pure a mezza voce, da alcuni sindaci liguri a Milano : da un palio remiero tutto rosa alla Spezia, a una festa dello sciroppo di rose nel Parco dell’Antola, ai celebri canestrelli di Torriglia che si coloreranno anch’essi di rosa, al Pink Carpet di Rapallo, versione primaverile a due ruote del Red Carpet estivo con ogni ben di Dio gastronomico.

E ancora: Chiavari che sta pensando a una corsa cicloturistica con le vecchie glorie del ciclismo italiano, Area 24 che punta su un convegno internazionale di produttori di biciclette, Genova sui ragazzi delle scuole in bicicletta. E poi Sanremo, che accogliendo l’invito dell’assessore al Turismo Angelo Berlangieri di qualche mese fa, in occasione di una prima anticipazione del giro d’Italia, per promuovere la partenza del Giro d’Italia a maggio, punterà sul Festival di Sanremo 2015.