Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova celebra Cristoforo Colombo: da mercoledì a domenica, tutti gli eventi per il 522° anniversario

Genova. Domenica 12 ottobre, in occasione del 522° anniversario della scoperta dell’America, Genova rinnoverà il ricordo del suo illustre figlio Cristoforo Colombo con una giornata particolarmente ricca di eventi, che avrà il suo culmine nella tradizionale cerimonia colombiana in programma a Palazzo Ducale a partire dalle ore 17.30.

Al Mu.Ma – Galata Museo del Mare, dove si svolgerà la “giornata delle famiglie”, alle ore 10 e alle ore 16 si potrà partecipare al laboratorio per adulti e bambini “Da Genova a Capo Horn: tempesta in alto mare!”. Dalle ore 10.30 alle ore 17.30, nel castello D’Albertis – Museo delle Culture del Mondo, giornata dedicata alle figure di Cristoforo Colombo e del capitano Enrico Alberto D’Albertis. Letture tratte dai viaggi di bordo. Fiabe, caccia al tesoro, animazioni artistiche e uno spettacolo musicale (a cura di Echoart) faranno rivivere l’importanza dell’incontro tra culture lontane.

Alle ore 11, nella Casa di Colombo, in vico Dritto Ponticello, laboratorio per adulti e bambini intitolato “Una domenica dai Colombo”: creazione di intrecci colorati nella casa e bottega di Domenico, padre di Cristoforo Colombo. Posti limitati. Alle ore 11.30 e alle ore 12.30, e, su prenotazione, anche alle ore 14.30, al Mu.Ma – Museoteatro della Commenda di Prè, laboratorio per adulti e bambini intitolato “Magico Medio Evo: orti segreti e ricette…da provare…!”.

Nel pomeriggio, alle ore 16, verranno deposte delle corone alla Casa di Colombo.
A Palazzo Ducale, nel salone del Maggior Consiglio, si terrà la celebrazione del “Giorno di Genova e di Colombo. La manifestazione, realizzata con la collaborazione dell’associazione “Il piatto di Nettuno”, comprenderà un’esposizione di volumi appartenenti al fondo colombiano della Biblioteca Berio e, a partire dalle ore 17.30, la “cerimonia colombiana”, che sarà condotta da Carla Peirolero.

La cerimonia colombiana sarà scandita nei suoi diversi momenti dal concerto “Archi all’opera”, eseguito dal quintetto d’archi composto dai professori del Teatro Carlo Felice Pier Domenico Sommati – violino, Marco Ferrari – violino, Giuseppe Francese – viola, Giulio Glavina – violoncello, Elio Veniali – contrabbasso. Il programma del concerto prevede una “suite paganiniana”, “Danzon n.2” di Arturo Marquez, “Gabriel’s oboe” di Ennio Morricone e la “Sinfonia dal Nuovo Mondo” di Antonin Dvorak. In aperura della cerimonia il professor Samir Sukkar, direttore responsabile del servizio di Dietologia e Nutrizione Clinica dell’Azienda Ospedale – Università San Martino di Genova, terrà una relazione su “Cosa sarebbe la dieta mediterranea senza Colombo”. Verranno quindi conferiti i “premi colombiani”, alla presenza di rappresentanti del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati e del Governo: il Premio Internazionale delle Comunicazioni “Cristoforo Colombo”, attribuito “a chi abbia maggiormente contribuito con una scoperta, ricerca, opera o iniziativa, sia dal punto di vista tecnico-scientifico che da quello sociale ed umano, al progresso delle comunicazioni, intese come mezzo di sviluppo economico e civile e di avvicinamento e collaborazione tra i popoli”, sarà consegnato all’ Agenzia delle Dogane “per l’attività di riorganizzazione interna volta sostanzialmente ad una sburocratizzazione che si è tradotta una velocizzazione delle operazioni di sdoganamento delle merci”.

La Medaglia d’Oro Colombiana riservata a “chi di qualunque nazionalità, si sia distinto per ardimento, fervore di studi e di esperienze, audacia di realizzazione in prove di alto significato umano o in efficaci contributi alle conquiste scientifiche ed alla loro divulgazione”, sarà conferita a Franco Henriquet, fondatore della Gigi Ghirotti, associazione di volontariato sorta nel 1984 per la terapia del dolore.

Il Premio Internazionale dello Sport, assegnato “all’atleta, allo sportivo o all’ente, associazione o persona che comunque abbia meglio contribuito nell’anno a valorizzare lo sport, considerato non solo nei suoi aspetti fisici ed agonistici, ma anche in quelli spirituali ed educativi”, sarà ricevuto dal pallanuotista Stefano Tempesti, portiere della Pro Recco e della Nazionale italiana.

Seguirà la “cerimonia dell’olio”, l’offerta dell’olio di un comune ligure per la lampada votiva che arde presso le ceneri di Cristoforo Colombo nel faro di Santo Domingo. Quest’anno l’olio sarà offerto dal Comune di Varazze.
La conclusione della “cerimonia colombiana”, secondo tradizione, spetterà al sindaco di Genova, Marco Doria, con il saluto ai liguri nel mondo.
In chiusura di giornata, alle ore 21, nel salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, si terrà il concerto “Cristoforo Colombo tra cultura e musica”, in collaborazione con l’associazione culturale “Liguria Eventi”.

Le celebrazioni colombiane del 12 ottobre saranno precedute da alcune manifestazioni, a ingresso libero, che si svolgeranno nei giorni antecedenti la data della grande scoperta. Mercoledì 8 ottobre, alle ore 17, nel Museo del Risorgimento, avrà luogo “Genova per Colombo – La chitarra di Giuseppe Mazzini in concerto”. Solista Josè Scanu. In programma “I temi variati dell’800 italiano”.

Venerdì 10 ottobre, alle ore 16, nell’Auditorium del “Mu.Ma – Galata Museo del Mare”, alcuni personaggi della cultura e dell’imprenditoria saranno i relatori della conferenza “I viaggi di Colombo e Ulisse: oltre le colonne d’Ercole”. Seguirà lo spettacolo “Amerique”, testo di Ivano Malcotti, canzoni presentate da Augusto Forin. Lo stesso giorno, alle ore 17.30, nell’oratorio di San Giacomo della Marina, avrà luogo “Viaggio immaginario di un uomo attraverso suono e parola”. Edmondo Romano presenterà il nuovo cd “Missive Archetipe”, concerto di musica orchestrale e coro.

Sabato 11 ottobre, dalle ore 10 alle ore 13, nell’Archivio di Stato, nel complesso monumentale di Sant’Ignazio, si svolgerà la manifestazione “Colombo – Colòn”, apertura straordinaria della “sala colombiana”, dove avrà luogo un’installazione interattiva multimediale sui documenti colombiani e sulla Genova del ‘400. Alle ore 10.30 e alle ore 12 visita guidata alla mostra “Lavoro, famiglia e diritti della persona: interrogativi e risposte nelle carte medievali genovesi”.