Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio, Serie D: i recuperi sorridono a Sestri Levante e Lavagnese che si portano al comando risultati

Lavagna. Sestri Levante e Lavagnese sfruttano al meglio i recuperi della settima giornata, partite rinviate dieci giorni fa e recuperate oggi pomeriggio, cogliendo i 3 punti e portandosi in vetta alla classifica. L’accoppiata ligure affianca la Caronnese a quota 18 punti; due lunghezze più sotto ci sono Pro Settimo & Eureka e Sporting Bellinzago, in un vertice della classifica cortissimo.

I corsari hanno ottenuto la terza vittoria consecutiva espugnando per 3 a 0 il campo del Borgomanero, squadra che dovrà soffrire per salvarsi. La formazione allenata da Francesco Baldini è andata al riposo sul risultato di parità; al 2° della ripresa è passata a condurre con un gol realizzato da Firenze, poi sono andati a segno Piacentini all’11° e Longobardi al 38°. Quest’ultimo è alla sua settima rete stagionale.

La difesa dei rossoblù si conferma rocciosa: con sole 6 reti subite, è seconda solamente a quella dello Sporting Bellinzago (5).

Quattro su quattro al “Riboli” per la Lavagnese, che si conferma implacabile tra le mura amiche. I ragazzi condotti da Andrea Dagnino hanno piegato per 1 a 0 il Sancolombano, con una rete siglata da Amirante al 24° del secondo tempo. I padroni di casa hanno giocato gli ultimi venti minuti in dieci per l’espulsione di Boggiano ma hanno resistito agli attacchi dei lombardi; per la quarta volta in otto incontri Parma ha mantenuto inviolata la propria porta.

Così come il Sestri Levante, anche la Lavagnese non ha mai pareggiato. Altre due squadre non hanno mai ottenuto il segno “X”: RapalloBogliasco e Vallée d’Aoste.

Questo l’undici iniziale della Lavagnese: Parma, Brusacà, Garrasi, Avellino, Ferrando, Damiani, De Martini, Marianeschi, Amirante, Boggiano, Currarino. Il Sancolombano guidato da Tassi è sceso in campo con Ghizzinardi, Cerri, Lotti, Scietti, Losi, Dragoni, Salvini, Milani, Guerrisi, Odi, Peraj.

Prosegue il periodo nero del RapalloBogliasco, al suo sesto ko in questo campionato. I recenti risultati, con il successo in Coppa Italia e la vittoria sul Borgomanero, avevano fatto sperare in un cambio di rotta. Ma oggi i rapallesi sono tornati con i piedi per terra.

Sul campo dell’OltrepoVoghera i bianconeri hanno subito un’autentica beffa. Passati in vantaggio al 32° del primo tempo con Taddeucci, i ragazzi allenati da Alexandro Dossena hanno subito il gol del pareggio al 45° della ripresa su un penalty trasformato da Marijanovic. Nel secondo minuto di recupero Poesio ha realizzato la rete che ha mandato al tappeto i liguri.

La squadra di casa allenata da Visca è scesa in campo con Capra; Bernazzani, Romano, Di Placido, Celori; Poesio, Niada, Pedrocchi; Panigada, Marijanovic, D’Aniello; a disposizione Gaione, Balestra, Canepa, Decio, Hajrullai, Maugeri, Di Gennaro, Bosio, Doria.

Il RapalloBogliasco si è schierato con Di Barbaro; D’Errico, Cintoi, Ruopolo, Miceli; Bounafaa, Owusu, Vagge, De Persiis; Taddeucci, Visconti; in panchina Roi, Parini, Fiorentino, Rovoncoli, Groppo, Scaldaferro, Repetto, Costantino, Ferretti.

La squadra del presidente Giuseppe Perpignano sette giorni fa aveva conquistato l’accesso agli ottavi della Coppa Italia, battendo 2 a 0 il Chieri ai calci di rigore. In terra piemontese, dopo lo 0 a 0 nei tempi regolamentari e supplementari, Di Barbaro ha parato tre tiri dal dischetto dei locali, che ne hanno fallito un altro. Decisive le trasformazione di Taddeucci e Ferretti. Negli ottavi di finale il RapalloBogliasco affronterà lo Scandicci mercoledì 19 novembre.