Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio, Serie D: il derby tra Sestri Levante e Lavagnese si colora di rossoblù risultati

Sestri Levante. Trascorrono le giornate e l’impressione della vigilia si fa sempre più forte: il girone A della Serie D non ha una vera favorita. Dopo 6 dei 38 turni in programma la classifica nelle posizioni di vertice è ancora compatta, con sei squadre nel giro di 2 punti e nove squadre in 4 punti.

Sestri Levante e Lavagnese, con un bilancio di 4 vittorie, nessun pareggio e 2 sconfitte, rientrano nel lotto, a 2 sole lunghezze dalla capolista Caronnese.

Oggi, al “Sivori”, è andato in scena lo scontro diretto tra i corsari e i bianconeri. Fasi di studio e poche emozioni fino al 32°, quando Rusca atterra un calciatore del Sestri Levante in area: l’arbitro decreta il calcio di rigore per i padroni di casa con annessa espulsione del numero 2 bianconero. Sul dischetto si presenta Longobardi che spiazza il portiere ma la palla colpisce il palo. Si va al riposo sul risultato di 0 a 0.

Nella ripresa i ragazzi di mister Baldini partono agguerriti e dopo soli 4′ arriva il vantaggio locale con Longobardi: discesa di Piacentini che serve Firenze, il quale dalla destra crossa in area per Longobardi che, appostato sul secondo palo, insacca. La Lavagnese accusa il colpo e al 21° arriva il raddoppio rossoblù, ancora ad opera di Longobardi, nuovamente su assist di Firenze.

Dopo due sberle gli ospiti si svegliano e Amirante colpisce un palo; montante colpito anche da Dolce a portiere battuto. I ragazzi condotti da Dagnino accorciano con il colpo di testa di Ferrando al 38°.

L’arbitro compensa il numero di uomini in campo espellendo Gallotti del Sestri per un intervento falloso. Forte della parità numerica la Lavagnese si riversa in attacco ma la difesa corsara ribatte colpo su colpo e porta a casa i 3 punti.

Il Sestri Levante ha giocato con Stancampiano, Gallotti, Testoni, Boisfer, Lorenzini, Mautone, Cardini (p.t. 27° Piacentini), Pescatore, Longobardi, Firenze (s.t. 41° Bettati), Monacizzo (s.t. 33° Dolce); a disposizione Moscato, Pane, Melli, Guazzoni, Righetti, Besana.

La Lavagnese si è schierata con Parma, Rusca, Garrasi, Avellino, Di Leo, Cocurullo (p.t. 15° Brusacà), Damiani, Marianeschi (p.t. 35° Ferrando), Croci (p.t. 15° Boggiano), Amirante, Currarino; in panchina Pellegrini, Genovali, Venuti, Musante, De Martini, Della Cella.

Ha arbitrato Francesco Raciti della sezione di Acireale) coadiuvato da Massimiliano Magri (Imperia) e Giulio Fantino (Savona). Oltre alle due espulsioni sono da annotare i cartellini gialli a Piacentini del Sestri, Cocurullo, Damiani, Amirante e Currarino della Lavagnese.

Prosegue il periodo no del RapalloBogliasco che nelle prime 6 giornate ha raccolto la miseria di 3 punti. Sul campo del Macera i bianconeri sono stati battuti dal Vado per 2 a 1.

I bianconeri di mister Dossena sono passati in vantaggio al 19° con Taddeucci. Il gol, però, è stato illusorio: gli ospiti hanno pareggiato al 26° con Mair e al 30° hanno ribaltato il risultato con un penalty trasformato da Sancinito. Nel secondo tempo i locali hanno provato a ristabilire la parità, ma i tentativi offensivi sono stati vani.