Sport

Calcio, Juniores nazionali: poker RapalloBogliasco, pari Lavagnese

DSC 8082

Rapallo. Una vittoria, un pareggio, una sconfitta. Questo il bilancio della pattuglia levantina nel sesto turno del campionato.

La vittoria, quarta stagionale, è stata ottenuta dal RapalloBogliasco. La formazione allenata da Roberto Balboni ha liquidato la Pro Settimo & Eureka con un perentorio 4 a 1. Da rilevare che, in questo avvio di stagione, in tutte le partite giocate i bianconeri hanno sia segnato che subito reti, Con questo successo si isolano in quarta posizione.

Allo stesso modo, anche il Sestri Levante trova sempre la via del gol e, al tempo stesso, ne subisce ogni volta almeno uno. Sabato sul campo dei rossoblù guidati da Francesco D’Amelio si sono contate ben 7 reti: l’Asti ne ha realizzate 4, i padroni di casa 3. Per i corsari è la terza sconfitta.

Non riesce più a vincere la Lavagnese, cui il successo manca da tre turni. I ragazzi di mister Michele Oliva, in gol con Bottini, hanno impattato 1 a 1 sul campo della Novese.

I risultati della 6ª giornata:
RapalloBogliasco – Pro Settimo & Eureka 4-1
Sestri Levante – Asti 3-4
Argentina – Acqui 2-3
Chieri – Cuneo 3-1
Derthona – Vado 1-0
Novese – Lavagnese 1-1
Bra – Vallée d’Aoste 2-1

La graduatoria del girone A:
1° Asti 14
1° Chieri 14
3° Cuneo 13
4° RapalloBogliasco 12
5° Pro Settimo & Eureka 9
6° Bra 8
6° Acqui 8
8° Vallée d’Aoste 6
8° Vado 6
8° Lavagnese 6
11° Derthona 5
12° Sestri Levante 4
13° Novese 3
14° Argentina 2
Sestri Levante e Novese hanno giocato una partita in meno.

Le partite del 7° turno, in programma sabato 1 novembre:
Acqui – Bra
Argentina – Chieri
Asti – RapalloBogliasco
Cuneo – Sestri Levante
Pro Settimo & Eureka – Derthona
Vado – Novese
Vallée d’Aoste – Lavagnese

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.