Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bruciava materassi, mobili e rifiuti. Terreno sequestrato a San Colombano: 66enne nei guai

San Colombano. Il personale del Comando Stazione Forestale di Casarza Ligure ha notato un grande falò di materassi, mobili ed altri rifiuti, in località Perella nel comune di San Colombano Certenoli. Con il supporto di una squadra dei Vigili del Fuoco del Distaccamento di Chiavari, la forestale ha spento il fuoco, mettendo in sicurezza l’area.

Subito sono iniziate le indagini è stato identificato il colpevole, un 66enne autotrasportatore residente in zona, denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Genova. Il terreno è stato invece sequestrato.

Il Corpo Forestale rammenta che in base al recente decreto detto “della terra dei fuochi”, è stata introdotta una specifica figura di reato relativa alla “combustione illecita di rifiuti”. Questa prevede pesanti pene: da 2 a 5 anni di reclusione. La norma stabilisce anche sanzioni ulteriori, come la confisca dei mezzi usati per il trasporto dei rifiuti da bruciare, nonché la confisca delle aree dove è commesso il reato, oltre all’obbligo di ripristino dello stato dei luoghi o il pagamento delle spese relative alla bonifica da parte del responsabile del reato.

La disposizione comprende la combustione di tutte le tipologie di rifiuto, compresi quelli urbani, propri o altrui.