Quantcast
Cronaca

Botte in piazza, la “rivolta” degli operai: domani sciopero

protesta fiom metalmeccanici

Genova e Riva Trigoso. Nell’immediato è arrivata la solidarietà, poi qualcosa di più. In risposta agli scontri di ieri a Roma, con la polizia che ha caricato i lavoratori, si estende a macchia d’olio la reazione degli operai metalmeccanici.

A Genova la Fiom ha proclamato per domani 31 ottobre uno sciopero di solidarietà con i lavoratori della Thyssen Krupp. Intanto si moltiplicano le dichiarazioni contro il governo Renzi che, scrivono i delegati Fiom Ansaldo Sts, “coniuga buon umore berlusconiano, attacchi alla dignità dei lavoratori, convention all’americana e violenza antioperaia. Nell’azienda della galassia Finmeccanica lo sciopero durerà dalle 9 alle 13.

Saranno sempre 4 le ore di astensione dal lavoro, ma dalle 8 alle 12, indette dalla Fiom Cgil Piaggio aerospace perché “per l’ennesima volta viene meno il diritto di manifestare”.

Alla Fincantieri di Riva Trigoso, invece, la protesta è unitaria. Un comunicato della Rsu Fim Fiom e Uilm proclama due ore di sciopero a fine turno di lavoro, perché “è inaccettabile che un governo che si definisce democratico e vicino alle problematiche del lavoro risponda alle vertenze sindacali a colpi di manganello”. Così come alla Lames e alla Arinox, aziende del Tigullio: anche qui due ore di sciopero unitario.

Anna Maria Furlan, segretario generale della Cisl a Genova per il congresso regionale prova intanto a calmare gli animi in una situazione tesissima: “Non credo – ha detto – che quanto accaduto ieri segni un cambio di passo da parte del governo. Ci mancherebbe altro. Credo invece che qualcuno abbia ecceduto, ma non abbiamo bisogno di eccessi. Bisogna rispettare il lavoro, chi fa cortei e chiede cose per il lavoro. Quello di ieri è stato un episodio molto triste, che fa anche molto turbare. Quando i lavoratori manifestano pacificamente non c’è bisogno di azioni forti, nè della polizia nè di nessun altro. Quelli sono lavoratori che chiedono che la loro fabbrica rimanga aperta e come tali vanno rispettati”.

L’appuntamento per l’avvio del corteo è stato fissato alle 9 in piazza Massena a Cornigliano.