Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Basket, Serie D: buon inizio per Busalla, Villaggio e Virtus Genova risultati

Genova. Quattro vittorie esterne e due casalinghe nel turno inaugurale della Serie D, quest’anno rivitalizzata da un numero di squadre iscritte superiore alle ultime stagioni: 13.

Nella giornata di sabato si sono registrate le vittorie di Albenga, Bordighera e Busalla, domenica successi di Arcola, Villaggio e Virtus Genova.

I bianconeri del presidente Alessandro Colonna si sono imposti per 70 e 67 in casa della PGS Auxilium. La formazione condotta da Piero Romano, coadiuvato da Antonio Setaro, è passa molto motivata, mettendo sul campo di via Cagliari la giusta determinazione per portare a casa i 2 punti.

“Noi siamo ancora un cantiere aperto, ma nonostante la prova non eccelsa si sono visti sprazzi di buona pallacanestro – dicono i dirigenti della PGS Auxilium -. Bisogna aspettare che i nuovi si integrino e il gruppo si finisca di formare. La strada è lunga, e con il lavoro sicuramente un sacco di soddisfazioni. Un ultima parola per il pubblico, fantastico”.

L’Audace Gaiazza Valverde si è arresa nella tana dell’ostico Bordighera, vittorioso con 7 punti di scarto. L’incontro è stato sempre in equilibrio: a turno le due squadre hanno messo la testa avanti. Decisivi gli ultimo scampoli del match.

Rari Nantes Bordighera – Audace Gaiazza Valverde 76-69
(Parziali: 20-21; 36-38; 53-52)
Rari Nantes Bordighera: Guerucci 22, Perri 5, Martini 4, Formica 10, Perrera 11, Gansou, Di Martino, Zunino 4, Genovese 2, Cartellà 18. All. Veneziano.
Audace Gaiazza Valverde: N’diaye 4, Gullotta 7, Siri 6, Ferrando 13, Barraco 2, Castello 3, Boccardo 10, Rumi 9, Di Paco 9, Antonelli 6. All. Di Pompeo, ass. Dochane.

Buona la prima per il Busalla, che si presenta con un gruppo rinnovato composto da neo acquisti di valore. Nel primo quarto gli ospiti partono buona precisione al tiro e tanta concentrazione in difesa, mentre la Pro Recco stenta ad ingranare. La formazione di casa prova a ricucire lo strappo e nel terzo tempo si riavvicina. A 4′ dalla fine del match la Pro Recco si porta sul -4, ma nel finale di gara Carrara prende in mano la partita e, realizzando 11 punti, trascina il Busalla al successo.

“Buona prova di tutti gli atleti impegnati che hanno cercato sempre di portare a casa i primi 2 punti del campionato – dicono i dirigenti del Busalla -. Da segnalare i primi canestri in Serie D di Luca Re e Daniele Lombardo, oltre alla calma mantenuta in campo, nonostante i colpi presi per tutta la partita, dal neo capitano Andrea Mistretta”.

Pro Recco Basket – Pallacanestro Busalla 51-62
(Parziali: 9-19; 22-34; 37-45)
Pro Recco Basket: Ragazzi 2, Magoni, Caddeo, Pagano 4, Cipollina 4, Canepa 4, Russo 9, Carpaneto 4, Biundo 20, Castellani 4.
Pallacanestro Busalla: Lombardo 2, A. Mistretta 11, Repetto, Giacomini 6, Carrara 19, Malerba, M. Mistretta 12, Delucchi 1, Arcolao 5, Re 6.

Rientra a casa con l’amaro in nocca la Valpetronio che, dopo aver condotto a lungo nel punteggio, esce battuta da Arcola per una sola lunghezza.

Arcola Basket – Valpetronio Basket 59-58
(Parziali: 13-13; 27-37; 43-47)
Arcola Basket: Melis 2, Menoni 2, De Ferrari 17, Gomez, Mattoccia, Cirillo 4, Ceragioli 8, Stefanini 20, Vernazza 6, Grassi.
Valpetronio Basket: Sambuceti 2, Devoto 8, Comunello 4, Maggi 10, Piazza 18, Mancuso 3, Villani 10, Di Benedetto 1, Stefani 2, Tasso.

Non ha avuto storia il match tra Pegli e Villaggio. La compagine ospite, squadra collaudata anche se fresca di retrocessione, va subito sul 9a 0. Tuttavia nel primo quarto, grazie ad alcune conclusioni dall’arco di Accolito e Celestri, gli arancioblù riescono a chiudere a ridosso degli ospiti. Dal secondo periodo in avanti è soltanto un lungo monologo dei levantini, che arrivano anche ad avere 30 lunghezza a metà del terzo quarto, margine appena limitato dall’impegno dei “vecchi” pegliesi nell’ultimo periodo, quando in campo c’è la “panchina” del Villaggio.

Basket Pegli – Villaggio Sport 54-77
Basket Pegli: Accolito 7, Celesti 23, Givo 8, DaLa, Brichetto 2, Gribaudo 4, Danovaro, Mazzorana 6, Grillo, De Stefano 4.
Villaggio Sport: Sciutti 17, Gotelli 20, Ostigoni, M. Setaro 5, Borella 8, L. Setaro 5, Magagnotti 6, Salami 7, Zippo 6, Chiartelli 3.

Basse percentuali al tiro e grande equilibrio fino alla sirena finale al PalaFigoi, dove la Virtus Genova ha avuto la meglio per 45 a 41 sull’Atena. Si sono sfidate in questo primo match proprio le finaliste della Promozione dell’anno scorso.

“Una partita che è la riedizione della finale dell’anno passato, ma con qualche importante differenza – affermano in casa Atena -. Il 30 maggio era finita in un trionfo di Virtus Genova, con i nostri ragazzi che constatavano, desolati, un divario rimasto evidente per tutta la durata delle partite. Quattro mesi dopo possiamo dire che quel divario è stato ampiamente colmato e che la nostra squadra si presenta sì, ancora oggi, con enormi margini di miglioramento, ma senz’altro nelle condizioni di andare avanti e giocare un campionato più che dignitoso. La dura preparazione atletica effettuata in questo mese abbondante sta infatti dando i suoi frutti ed i miglioramenti già in atto, insieme alla voglia dimostrata dai giocatori, sono la solida base su cui aggiungere contenuti tecnici e tattici”.

La gara è stata caratterizzata da grandi toni agonistici da parte di entrambe le squadre, ma con ancora molta approssimazione per quello che concerne spazi e concetti di gioco. La partita si è decisa solo nell’ultimo quarto, quando i canestri di un ispirato Bolgioni hanno portato la compagine di coach Carraro sul +6. A 26″ dalla fine la tripla di Dario Perelli ha riacceso la luce nella squadra locale e ridato speranza al folto pubblico presente sugli spalti, ma gli ultimi tentativi dal perimetro dell’Atena sono risultati vani.

Pallacanestro Atena – Virtus Genova 41-45
(Parziali: 9-9; 24-19; 33-29)
Pallacanestro Atena: Orlandini ne, Colangelo 9, Ronetti, Elefante 2, Perelli 8, Idili 10, Calvia, Garaventa 2, Navone 4, Grazzi 6. All. Mariotti.
Virtus Genova: Fantoni, Leonardo 3, Bolgioni 16, Sobrero 8, Olivastri 1, Massirio 4, Caruso, Strada 11, Tansi, Greco 2. All. Carraro.