Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Basket, l’Inail Bic Genova completa la rosa per la Serie A con l’argentino “Maxi” Ruggeri

Genova. Dieci è il numero totale di giocatori nel roster dell’Inail Bic Genova. La settimana scorsa è rientrato da Roma il colombiano Carlos Montano, mentre nel frattempo è tornato ad allenarsi intensamente il coach delle giovanili Gianelli. 10 È il numero di maglia del suo idolo, Diego Armando Maradona. 10 Sarà il numero di maglia che indosserà il neo acquisto biancorosso. Sempre 10 è il voto che si può dare alla dirigenza dell’Inail Bic Genova per come ha saputo gestire la tribolata estate nel tentativo di dare seguito al sogno Serie A.

Maximiliano “Maxi” Ruggeri, 27enne argentino di Rosario, è il botto di mercato con cui l’Inail Bic Genova chiude (forse) definitivamente la propria campagna rafforzamento in vista dell’ormai imminente debutto in Serie A.

Ruggeri, play/guardia con una spiccata visione di gioco, arriva a Genova dopo sette anni di lunga militanza tra le file dell’Anmic Sassari, squadra fallita nel corso dell’estate e rinata sotto l’insegne della Dinamo Sassari. Ruggeri, esordiente a 14 anni nella terza categoria argentina, a 16 vantava già due scudetti argentini e la prima convocazione nella nazionale albiceleste, porta con se un bagaglio di esperienza di livello sia nazionale che internazionale non indifferente per un giovane, ma non giovanissimo come si autodefinisce lui, che ha tantissima fame di vittoria e che ha pienamente sposato, qualche giorno dopo la sua dolce metà Marta, anche il progetto della squadra del presidente Barbagelata.

“Ho scelto Genova perché sono cosciente del contributo che posso dare a questa giovane e neo promossa squadra – afferma -. Nelle ultime due stagioni ho sofferto un po’, incontrando delle difficoltà che non pensavo avrei avuto. Non sono qui per divertirmi, altrimenti sarei rimasto in Argentina, e sono pronto a calarmi in questa nuova avventura, mettendomi a disposizione dello staff tecnico per giocare a fianco di ragazzi giovani, in un gruppo dove non ci saranno prime donne, ma dove tutti vogliamo imparare per migliorarci giorno per giorno”.

Tanta voglia di riscatto ed in testa un unico obiettivo per il numero 10 biancorosso: “Cercherò di trasmettere ai miei compagni tutta la grinta ed il ritmo che ho nelle mie vene, perché io sono un ragazzo positivo e leale che in campo farà di tutto e di più per aiutare la squadra a raggiungere l’obiettivo stagionale rappresentato dalla permanenza in Serie A”.

“Non sarà semplice per una squadra neopromossa come noi, ma – conclude l’argentino – sono sicuro che ce la faremo”.

Con un Ruggeri in più a disposizione, la squadra di coach Carbone, leggerina sotto le plance, ma con un “back court” di tutto rispetto, si prepara a pieni ranghi ad affrontare il primo test stagionale.

È prevista per domani pomeriggio la partenza alla volta del Friuli dove il prossimo 4
e 5 ottobre a Gradisca di Isonzo l’Inail Bic Genova sarà di scena al “Torneo Internazionale Alpe Adria di Gradisca d’Isonzo” insieme a Castelvecchio Gradisca, PMB Padova, DP Lubiana, DP Maribor e Una Sana Bihac.