Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Banca Carige, firmato l’accordo con i sindacati: 600 esuberi e 150 assunzioni entro 2018, risparmio per 50 mln annui

Genova. Banca Carige e sindacati hanno siglato l’accordo sugli esuberi. Entro il 31 dicembre 2018 lasceranno la banca almeno 600 lavoratori con uscite incentivate ma sostanzialmente obbligatorie. “Un risparmio strutturale per oltre 50 milioni annui a regime”, si legge nella nota dell’istituto.

Ulteriori risparmi sul costo del lavoro, per almeno 12 mln dalla “profonda revisione della struttura retributiva del personale”: scompaiono istituti desueti come il Premio di Anzianità e il riconoscimento delle prestazioni eccedenti per i Quadri Direttivi. E’ previsto il forte contenimento degli straordinari e l’esaurimento dei residui di ferie e di ogni forma di permesso.

“Il premio aziendale è stato completamente rivisitato, con oneri pari a circa un terzo dei precedenti, riconducendolo alla media del sistema bancario – spiega la nota – Per l’impegno che il personale sarà chiamato per conseguire gli obiettivi che attendono il Gruppo viene pertanto riconosciuto, per il triennio 2014/2016, un importo medio una tantum di 1500 euro annui, esclusi i soli Dirigenti”.

Sono inoltre previste 150 nuove assunzioni entro il 2018. Così come un maggior utilizzo del part-time come strumento sia di contenimento degli esuberi, sia di miglior conciliazione tra la vita personale e le esigenze produttive e interventi formativi di sostegno.

“Un’altra importante tappa verso la realizzazione degli obiettivi strategici previsti dal Piano Industriale 2014-18, approvato dal Consiglio di Amministrazione il 27 marzo 2014”, il commento in calce della Banca.