Quantcast
Economia

Banca Carige, nuovo aumento di capitale: Fondazione esamina gli scenari

Banca Carige

Genova. Un piano per fronteggiare il nuovo aumento di capitale di Banca Carige dopo quello da 800 milioni dello scorso giugno. E’ quanto è chiamata a definire, con l’aiuto di advisor e consulenti, Cda e Cdi della Fondazione, primo azionista della banca con una quota del 19% delle azioni.

Dopo la bocciatura negli stress test della Bce il presidente Paolo Momigliano ha riunito a partire dalle 9.30 il Consiglio di amministrazione che sarà seguito intorno alle 12.30 dal Consiglio di indirizzo.

In un’intervista a Repubblica il presidente dell’istituto genovese, Cesare Castelbarco ha annunciato che “Carige non è una banca in crisi, è una banca sana in tutti i suoi fondamentali. Ha appena superato l’Aqr di Bce che ha stabilito che Carige ha raggiunto i livelli indicati. La bocciatura è stata negli stress test”. E “Non è detto che l’aumento di capitale di Carige sarà di 500 milioni. Possiamo arrivare fino a 650, siamo garantiti per questo importo dal consorzio delle banche guidato da Mediobanca”.

L’aumento di capitale avverrà a inizio o primavera del 2015. Dopo i risultati dell’esame della Bce, Standard & Poor’s agisce sul rating di 6 banche europee, tra queste le italiane Carige, Bpm, Veneto Banca e Banca Popolare dell’Emilia ROmagna. In particolare mette Carige ”in CreditWatch negativo a causa dell’incertezza sulla capacità di affrontare le carenze di capitale”(B-/Watch Negativo/C).