Alluvione Genova, approvato il primo bando da 20 mln per le imprese danneggiate: le modalità di rimborso - Genova 24
Cronaca

Alluvione Genova, approvato il primo bando da 20 mln per le imprese danneggiate: le modalità di rimborso

alluvione genova danni

Regione. Il primo bando da 20 milioni di euro, preannunciato nei giorni scorsi, per le aziende alluvionate che hanno subito danni inferiori ai 40.000 euro è stato approvato oggi dalla giunta regionale.

Da lunedì 27 ottobre e fino al 14 novembre le aziende alluvionate potranno presentare alla Camera di Commercio di Genova la richiesta di rimborso allegata al bando scaricabile dai siti della Regione Liguria all’indirizzo www.regione.liguria.it e di Filse www.filse.it, insieme al modello E, da presentare improrogabilmente entro il 10 novembre, scaricabile qui oppure all’indirizzo www.ge.camcom.it per certificare i danni subiti che saranno periziati gratuitamente dagli Ordini professionali aderenti all’invito della Regione Liguria.

“Le risorse – ha detto l’assessore Renzo Guccinelli – verranno assegnate attraverso un meccanismo molto veloce, diverso dai precedenti, che prevede l’erogazione dei contributi secondo il concetto della partecipazione al danno, senza più dover presentare le fatture pagate e pertanto contiamo di liquidare tutto entro la prima metà del mese di dicembre”.

Il 75% dei soldi verranno ripartiti tra i richiedenti in parti uguali proporzionalmente al danno e il restante 25% suddiviso tra le aziende che hanno subito anche la precedente alluvione. Da un primo censimento risulta che ad oggi sono già stati presentati 117 modelli E per una richiesta complessiva di danni di 5 milioni di euro. Di questi 24 domande relative a danni superiori ai 40.000 euro e le restanti per danni inferiori.

“Nelle prossime tre settimane – continua l’assessore – verrà pubblicato un secondo bando per i danni superiori ai 40.000 euro che, oltre ad includere 20 milioni di euro derivanti dalla riprogrammazione dei fondi europei POR-Fesr 2007-2013, potrà beneficiare di ulteriori risorse del Governo”. Le aziende che aderiranno al primo bando per danni inferiori ai 40.000 euro non potranno partecipare al bando previsto per i danni superiori. L’assessore allo sviluppo economico ha chiesto la collaborazione delle imprese con assicurazioni che possono ugualmente partecipare ai bandi, affinché si impegnino a restituire la cifra che eccede la copertura del 100% del danno da parte dell’assicurazione.