Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Alluvione Genova, la pioggia non dà tregua: in tre ore 60 mm a Geirato, 55 a Bolzaneto. I numeri dell’emergenza fotogallery

Genova. Nelle ultime tre ore sono caduti 60 millimetri di pioggia a Geirato in alta Valbisagno e 55mm a Bolzaneto in Valpolcevera. Sono gli ultimi dati forniti dalla Protezione civile regionale secondo la quale lo stato di allerta proseguirà almeno fino alla mezzanotte di oggi ma probabilmente fino alle prime ore di domani. Il livello del torrente Polcevera è in salita, mentre quello del Bisagno sarebbe attualmente stazionario ma il persistere delle forti piogge a monte dei due torrenti fa tenere l’attenzione molto alta per rischio esondazioni.

Sono stati 500 gli interventi dei vigili del fuoco, 6 le strade chiuse in tutta la provincia, 50 persone sfollate a Genova, che adesso si trovano in strutture del Comune, numerosi i Comuni e le frazioni isolate nell’entroterra genovese, frane, smottamenti e allagamenti per milioni di euro di danni

Tra ieri pomeriggio e oggi a Genova sono caduti 300 millimetri d’acqua, la stessa quantità di pioggia che in media cade in un mese nel capoluogo ligure. Duecento 200 i vigili del fuoco, tutte le volanti della Polizia di Stato sono state in servizio nella notte, operativi 87 uomini e
34 mezzi dei carabinieri, 6 pattuglie della Forestale, 4 della Guardia di Finanza, Polizia Municipale e volontari.

La Giunta comunale riunita presso il Matitone, ha assunto una serie di provvedimenti in relazione alla situazione di emergenza, in aggiunta a quelli che in base alle ordinanze scattano automaticamente alla dichiarazione di stato di allerta 2 attualmente in vigore.
I provvedimenti comprendono: chiusura al pubblico dei civici musei per l’intero pomeriggio di oggi, venerdì 10 ottobre, e per la giornata di domani, ad eccezione dei musei di Strada Nuova e del museo del Mare (la biblioteca De Amicis resta aperta nel consueto orario);
chiusura dei cimiteri tranne che per le sepolture programmate; chiusura dei centri sociali per anziani (chiusi oggi e domani) e dei centri diurni per anziani e disabili chiusi domani sabato11 ottobre; sospensione di tutti gli eventi istituzionali in programma fino a domenica, incluse le manifestazioni colombiane del 12 ottobre; l’assistenza domiciliare è sospesa tranne i casi che non consentono interruzione per i quali si prevede l’ausilio della Protezione civile, quando necessario chiusura dei mercati all’aperto fino a nuova disposizione;
chiusura degli impianti sportivi come previsto in caso di allerta 2.