Cronaca

A10, un “parcheggio” al posto del tetto: due scooter e una bici sulla Mercedes, fermato fotogallery

Savona. L’ultima volta era “solo” uno scooter sul parabrezza posteriore, oggi, invece, sulla A10 in direzione Genova, si raddoppia: due scooter e una bicicletta, un autentico “parcheggio sospeso mobile”. Un’idea che sarebbe da brevettare, se non fosse vietata dal codice della strada: detto parcheggio, infatti, non era nient’altro che il tetto di una Mercedes.

Non è la prima volta che parliamo di trasporti “audaci”: solo il 24 settembre avevamo segnalato un’auto con uno scooter sul parabrezza posteriore (anche in quel caso, ironia della sorte, era una Mercedes a tre volumi). Questa volta, però, il coraggioso traslocatore ha battuto ogni record: ben 3 veicoli a due ruote parcheggiati sulla sua berlina dalla targa francese.

Per il conducente, un nordafricano diretto a Genova per imbarcarsi su un traghetto per Tunisi, ovviamente è finita nell’unico modo possibile: diversi automobilisti, allarmati per il pericolo che un carrozzone del genere rappresenta per gli altri viaggiatori, hanno avvertito la polizia stradale, ed una pattuglia ha fermato l’auto dopo il casello di Spotorno, costringendola ad uscire a Savona.

Inutile ricordare che si tratta ovviamente di una situazione vietata dal codice della strada, per la pericolosità insita in una soluzione d’emergenza come questa. Basti pensare a cosa potrebbe accadere se le corde per qualche motivo dovessero cedere, con gli scooter che finirebbero in velocità contro le auto che seguono.

Più informazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.