Quantcast
Cronaca

Tigullio, violenze e aggressioni dal 2012: sgominata pandilla di Latin King a Chiavari, 8 arresti

Chiavari. Otto ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 7 cittadini ecuadoriani e di un peruviano, facenti parte di una costola della banda dei Latin King operante nella delegazione del Tigullio. E’ la conclusione di una serrata attività di indagine condotta dagli agenti del Commissariato Chiavari.

“Silencio”, da cui deriva il nome dell’operazione, “Panda”, “Popeye”, “Pachito” e “Roy Roger”: questi i nomi di battaglia di alcuni degli arrestati, la cui età va dai 19 ai 30 anni.

Le indagini sono iniziate dopo una serie di cruenti episodi di violenza e prevaricazione, iniziati nell’estate del 2012 e compiutamente ricostruiti attraverso un’articolata attività di intelligence, grazie alla quale gli appartenenti al sodalizio sono stati più volte segnalati all’Autorità Giudiziaria per lesioni pluriaggravate, porto abusivo di armi, minacce e danneggiamenti aggravati, commessi per imporre con il terrore le regole di affiliazione.

In tutti gli episodi contestati, caratterizzati dalla cruenta e gratuita violenza, il gruppo di aggressori ha agito in orari notturni e contro soggetti singoli. In particolare una brutale aggressione compiuta la sera del 2 dicembre 2012 in Corso Valparaiso contro un cittadino peruviano e quella del 22 gennaio 2013 nei pressi della stazione contro un ecuadoriano.

Nei confronti dei vertici dell’organizzazione sono state compiute una serie di perquisizioni che hanno portato al sequestro di computer, agende, chiavette USB e gadget vari che attestavano la loro appartenenza alla pandilla.

I successivi approfondimenti hanno portato alla richieste di emissione di misure restrittive per alcuni dei personaggi di spicco della banda, accolte dall’Autorità Giudiziaria ed eseguite nella mattinata di ieri dal personale del Commissariato Chiavari.

leggi anche
  • Dal 2012
    Latin King, sottoposto all’obbligo di dimora non si fa trovare: 25enne finisce a Marassi
  • Botte e soprusi
    Sequestrarono e torturarono i “traditori” della banda, 5 Latin King in manette