Teatro Archivolto, novità e graditi ritorni: la nuova stagione è ancora più ricca

Genova. Claudio Bisio, Neri Marcorè e la Banda Osiris, Ambra Angiolini, Ugo Dighero, Giuseppe Battiston, Francesco Guccini e Staino, Filippo Timi, i Marlene Kuntz, Marco Travaglio. Sono solo alcuni dei nomi che si susseguiranno sul palcoscenico del Teatro Archivolto. Con 31 titoli nel cartellone serale, tra produzioni e ospitalità, spettacoli di prosa, concerti, danza, musical e una rassegna di teatro civile per ragazzi, è pronta al via la stagione 2014-15.

“Siamo molto contenti di ripartire insieme al nostro pubblico per questa nuova stagione – commenta la direttrice dell’Archivolto Pina Rando – e grati per il sostegno che riceviamo, la campagna abbonamenti ha avuto un buon responso già nella prima tranche estiva”.

E per coinvolgere il pubblico sempre di più sono state pensate nuove iniziative: dalle mini recensioni degli spettatori su twitter, a un semplice gioco per esprimere il proprio gradimento all’uscita degli spettacoli, sino alla possibilità di assistere a prove aperte.
Andranno avanti gli eventi a Villa Bombrini e le attività realizzate con la collaborazione degli Amici dell’Archivolto. Altre iniziative sia per il pubblico normale che per gli studenti sono previste all’interno del progetto Coloriamo Sampierdarena, tra cui una nuova serie di incontri post spettacolo intitolata “Leggere uno spettacolo”.

Un impegno particolare sarà quello rivolto al mondo della scuola, con seminari che hanno preso il via già prima dell’estate, sia a Genova che in regione.

Il primo spettacolo della stagione in programma è “Beatles Submarine” il 4 e 5 ottobre, produzione dell’Archivolto dedicata ai Fab Four e interpretata da Neri Marcorè e la Banda Osiris. Nel corso della stagione saranno riprese anche le altre produzioni in repertorio dallo scorso anno, “L’invenzione della solitudine”, di Paul Auster con Giuseppe Battiston (30-31 gennaio), “La misteriosa scomparsa di W”, di Stefano Benni con Ambra Angiolini (27-28 febbraio) e “Apocalisse” (20-21 marzo e poi 14-18 aprile), tratto dai racconti di Niccolò Ammaniti e interpretato da Ugo Dighero.

La novità è “Father and son” di Michele Serra (ispirato a Gli sdraiati e Breviario comico) che segna l’atteso rientro a teatro di Claudio Bisio, affiancato sul palco da due giovani musicisti, Laura Masotto al violino e Marco Bianchi (12-14 gennaio).

Torna il 21 novembre (in collaborazione con L’altra metà del libro – Genova Palazzo Ducale Fondazione per la cultura) “La notte degli scrittori”, iniziativa tra letteratura, teatro e convivialità promossa dal Teatro dell’Archivolto insieme a Einaudi editore e giunta alla quinta edizione: protagonisti Paolo Giordano, Carlo Lucarelli, Paola Mastrocola, Antonio Pascale e Maurizio De Giovanni (ore 19, cena a buffet nell’intervallo).

E saranno cinque le serate speciali a sostegno dell’Archivolto. “La collaborazione di tanti amici che ci supportano ci permette di continuare a offrire al nostro pubblico una stagione ricca di appuntamenti, nonostante le nostre difficoltà economiche non siano ancora risolte”, dichiara Pina Rando.

Si inizia con due eventi creati apposta per l’occasione, “Canti d’amore e di osterie” e “Storie d’amore e politica”, i cui protagonisti sono Francesco Guccini e Sergio Staino, affiancati da Carlo Petrini; prosegue l’Orchestra Filarmonica di Sampierdarena con il 1° Memorial Cesare Marchini, un grande concerto a cui partecipano numerose guest star il 3 novembre; Marco Travaglio e Valentina Lodovini presentano “E’ stato la mafia” il 12 dicembre, mentre Angela Finocchiaro e Bruno Stori sono i protagonisti di “Open day” il 13 aprile.

Molti gli appuntamenti di rilievo sul versante ospitalità. Per iniziare tre graditi ritorni: Filippo Timi con il suo recentissimo semi-autobiografico “Skianto” (4-5 novembre), Emma Dante con “Le Sorelle Macaluso” (5-6 dicembre), e Federico Rampini con “All you need is love”, ovvero l’economia spiegata con i Beatles (17 gennaio).

Risate assicurate il 14 novembre con gli Oblivion e il loro “Othello, la h è muta”, mentre il 21 febbraio la Compagnia Corrado Abbati porta in scena “Cantando sotto la pioggia”, sulle tracce del celebre film interpretato da Gene Kelly.

Un appuntamento davvero straordinario è quello con “La famiglia Addams” (20-25 gennaio, fuori abbonamento), musical di Marshall Brickman e Rick Elice su musiche di Andrew Lippa, che vede come protagonisti Geppi Cucciari nei panni di Morticia ed Elio nei panni di Gomez, affiancati da un folto cast di attori, cantanti e danzatori.

Spazio alla danza contemporanea il 25 marzo con OOOOOOO (IT). Sul versante musicale, due concerti realizzati in collaborazione con Habanero Edizioni: il 29 ottobre il leader del Teatro degli orrori Pierpaolo Capovilla presenta il suo primo album solista, “Obtorto collo”, e il 10 dicembre i Marlene Kuntz approdano sul palco del Modena con il loro Catartica tour 994/014.
Chiude il cartellone Giampaolo Casati con l’Orchestra Filarmonica di Sampierdarena l’8 maggio.