Se li conosci li eviti. Torna la scuola, torna il rischio pidocchi: la campagna informativa di Federfarma Genova

Genova. Si torna tra i banchi e ritorna il rischio pidocchi. In concomitanza con la ripresa dell’attività scolastica Federfarma Genova, l’associazione delle 302 farmacie private della provincia di Genova, ha realizzato una campagna informativa attraverso la propria rete territoriale. Sono in distribuzione in queste ore oltre trentamila volantini e più di trecento locandine in cui sono elencate, in modo semplice ed intellegibile, le regole da seguire per affrontare i pericoli conseguenti all’infestazione. Per centrare l’obiettivo comunicativo, Fedefarma ha chiesto la partnership di “Candioli Farmaceutici”, la società leader nel settore della prevenzione e della cura della pediculosi.

L’infestazione colpisce in modo trasversale e non dipende dal livello di igiene dei bambini. I soggetti più esposti hanno da 3 a 13 anni. I luoghi di maggiore proliferazione dei pidocchi sono quelli dove i bambini vengono in contatto tra loro: dunque la famiglia, qualora abbiano fratelli e sorelle, e la scuola. L’esposizione all’infestazione si estende per l’intero periodo scolastico. Non esiste dunque un periodo in cui ci sia maggiore o minore esposizione. Occorre dunque prestare sempre la massima attenzione e, qualora necessario, intervenire nel modo più rapido possibile.

“La pediculosi è indubbiamente fastidiosa ma non è necessario spaventarsi se i nostri figli ne sono colpiti – commenta Giuseppe Castello, presidente di Federfarma Genova – A fronte di una infestazione conclamata, è possibile debellare il problema in 24 ore”. Non bisogna poi abbassare la guardia. “L’infestazione può tornare a manifestarsi dopo qualche tempo – continua Castello – Occorre dunque ripetere la terapia per assicurarsi di uccidere anche le uova depositate alla radice del capello”. La conseguenza più grave della pediculosi è la dermatite conseguente alle lesioni causate dai pidocchi sulla cute del capo. “Anche per questo ci sono validi rimedi – conclude Castello – Bisogna affrontare il problema con calma, certi che è possibile venirne a capo rivolgendosi al proprio farmacista di fiducia”.

Rigorosamente da evitare i rimedi casalinghi. “La tradizione popolare porta con sè alcuni rimedi che vengono ancora oggi messi in atto per debellare la pediculosi – sottolinea Edorado Schenardi, segretario di Federfarma Genova – Oggi il perfezionamento dei farmaci specifici ha di gran lunga superato le ricette ‘tradizionali’. Evitiamo dunque rimedi empirici e rivolgiamoci al farmacista di fiducia”.

Un’attenta analisi dei capelli attraverso pettinini specifici, una corretta prevenzione e, se necessario, un intervento rapido possono debellare facilmente il problema. Tutte le scuole dell’obbligo genovesi saranno contattate da Federfarma Genova, che metterà a loro disposizione il materiale informativo. Quest’ultimo sarà in visione anche sul sito di Federfarma Genova www.federfarmagenova.it e sarà dedicato ampio spazio al tema sulla “Gazzetta della salute”, il periodico di Federfarma Genova in distribuzione in tutte le farmacie della provincia.

Più informazioni