Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Differenziata, in Liguria raccolte 85 mila tonnellate di carta e cartone: Genova in pole position

Genova. Nel 2013 nella nostra Regione sono state raccolte 85 mila tonnellate di carta e cartone. Lo rende noto Comieco, il Consorzio Nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, comunicando i dettagli regionali del XIX Rapporto Annuale sulla raccolta differenziata di carta e cartone. Un leggero calo (-2,2%) rispetto al 2012 e in linea con la diminuzione generale dei rifiuti, e pari ad una media di 52,9 chili per abitante, superiore alla media nazionale di 48 chili.

In base ai dati del rapporto, Genova è la Provincia che registra la raccolta procapite media più alta della Regione con 57,5 kg/ab. Seguono, sotto la media regionale, Savona (52,2 kg/ab), La Spezia (45,3 kg/ab) e Imperia (43,2 kg/ab).

Oltre ai benefici ambientali, la raccolta differenziata di carta e cartone consente ai Comuni italiani di contare su importanti contributi economici. “Nel 2013, Comieco ha trasferito ai Comuni della Liguria in convenzione oltre 1 milione e 847 mila euro come corrispettivo per i servizi organizzati di raccolta differenziata comunale” ha commentato Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco.

A livello nazionale, nel 2013 la raccolta di carta e cartone registra un incremento dell’1%, raggiungendo la soglia di 3 milioni di tonnellate (+30mila tonnellate rispetto al 2012). Un dato che assume un valore ancora più positivo se lo si paragona all’andamento della produzione complessiva dei rifiuti urbani, in calo del 3,2%.

La macro-area Nord conferma il primato delle quantità intercettate con oltre 1 milione e 600 mila tonnellate di materiale cellulosico, seguita dal Centro con oltre 725 mila tonnellate, in aumento del 4,6% rispetto al 2012. Il Sud, con una crescita del 4,8%, ha raccolto più di 560 mila tonnellate. Solo nel 2013, i corrispettivi che Comieco ha trasferito ai Comuni italiani in convenzione sono stati oltre 88 milioni di euro, compreso l’impegno dei riciclatori.