Quantcast
Cronaca

Genova, l’80 enne arrestato per tentato omicidio si difende: “Sono stato aggredito”

palazzo begato

Genova. E’ stato interrogato per oltre tre ore nel carcere genovese di Marassi Luciano Tanzi, l’80 enne arrestato due giorni fa per aver preso a bastonate due vicine di casa nel quartiere di Begato a Genova.

L’uomo, difeso dagli avvocati Paolo Scovazzi e Alessandro Storlenghi, ha raccontato al gip Cinzia Perroni la sua versione dei fatti. Secondo quanto appreso i dissidi con le due vicine di casa andavano avanti tempo ed erano incentrati sull’abitudine delle due donne (69 e 72 anni), di dar da mangiare ai gatti del quartiere con piatti e avanzi di cibo lasciati per strada che avrebbero attirato anche cani e topi. Sempre secondo quando raccontato dall’indagato, insieme ad altri condomini del palazzo di via Cechov l’80 enne avrebbe denunciato la situazione alla polizia municipale.

Tornato a casa l’anziano sarebbe stato aggredito verbalmente da entrambe: “Una delle due – ha spiegato Tanzi al gip – aveva un bastone con cui mi ha colpito e ferito al labbro”. L’uomo avrebbe a quel punto tolto il bastone di mano alla vicina e le avrebbe colpite entrambe.

Al termine dell’interrogatorio il gip ha convalidato il fermo e disposto per l’80 la misura cautelare degli arresti domiciliari.